Politica

Gli assembramenti alla manifestazione di Salvini e Meloni per il 2 giugno

Un tricolore di 500 metri è stato sciolto all’altezza di piazza del Popolo lungo via del Corso, accompagnato da due ali di persone che hanno creato numerosi assembramenti, alcuni senza mascherina, durante la manifestazione del centrodestra del 2 giugno

Un tricolore di 500 metri è stato sciolto all’altezza di piazza del Popolo lungo via del Corso, accompagnato da due ali di persone che hanno creato numerosi assembramenti, alcuni senza mascherina, durante la manifestazione del centrodestra del 2 giugno. A capo del tricolore i leader Matteo Salvini, Giorgia Meloni e Antonio Tajani. Congestionato di cronisti e fotografi ora l’incrocio tra via del Corso e via dei Pontefici riservato per le dichiarazioni tre dei leader.

assembramenti manifestazione 2 giugno
Fin dal suo arrivo in piazza del Popolo a Roma, Matteo Salvini è stato assediato da sostenitori e dalla calca dei giornalisti, rendendo così impossibile rispettare i distanziamenti per le norme anti-contagio. Quello che doveva essere un flash mob silenzioso con srotolamento del Tricolore si sta trasformando in un corteo improvvisato lungo la parte finale di via del Corso verso largo dei Lombardi dove è allestita una zona per dichiarazioni alla stampa.

La manifestazione del centrodestra, che doveva essere simbolica, con una presenza contingentata di appena 300 persone, s’è trasformata in un vero e proprio corteo, con tanto di assembramento, tra la ressa di troupe, servizio d’ordine della polizia, centinaia di militanti e curiosi, stretti stretti, nel budello di Via del Corso, senza alcun rispetto delle regole del distanziamento sociale. Anche se c’è chi dice che non è vero:

Ma le immagini sembrano davvero inequivocabili:

Leggi anche: L’estrema destra a Piazza del Popolo