Politica

La contestazione a Salvini e Ceccardi a Empoli

In piazza circa 200 persone appartenenti ai gruppi Csa Intifada e Azione Antifascista, Settembre rosso e del collettivo femminista Non una di meno, intonano “Bella Ciao” dietro un grande striscione “Salvini Empoli ti ripudia”

Elisa Meloni, candidata di Volt Italia per la presidenza della Regione Toscana, ha pubblicato su Facebook un video che mostra la contestazione a Matteo Salvini e a Susanna Ceccardi a Empoli. Nel video si sente il coro “Salvini, Salvini, vaff…”. In piazza circa 200 persone appartenenti ai gruppi Csa Intifada e Azione Antifascista, Settembre rosso e del collettivo femminista Non una di meno, intonano “Bella Ciao” dietro un grande striscione “Salvini Empoli ti ripudia”. Presenti circa un centinaio gli antagonisti, tenuti a distanza dalle forze dell’ordine, che urlavano frasi tipo ‘Fascisti tornate nelle fogne’. Ad ascoltare Salvini, che ha avuto problemi col microfono e ha dovuto per alcuni momenti parlare senza altoparlante, c’era una folla di centinaia di persone. “Quelli sono dei figli di papà”, ha anche detto il segretario della Lega, “quelli là sono a cercare i fascisti dove non ci sono. Qui – ha detto indicando la folla intervenuta per sentirlo – non ci sono fascisti ma ci sono italiani orgogliosi di essere italiani”.

contestazione salvini ceccardi

Il Capitano se l’è presa anche con la sindaca Barnini che aveva detto “accogliamo anche Salvini”. Per Salvini “nessun sindaco della Lega si sarebbe mai permesso di dire qualcosa di simile in caso di visita di un Conte, di un Renzi o di un Di Maio. Questo sindaco dovrebbe andare a scuola, con la Azzolina, nella stessa classe con lo stesso banco a rotelle”.

Leggi anche: Quando Salvini voleva chiudere tutta l’Italia (e sapeva che i governatori potevano farlo)