Opinioni

Lo show di Salvini che non si mette la mascherina al Senato

Nel corso di un convegno organizzato da Armando Siri (Lega) e Vittorio Sgarbi, dal titolo: “Covid-19 in Italia, tra informazione, scienza e diritti” è andato in scena lo show di Matteo Salvini, che ha rifiutato a più riprese di mettersi la mascherina anche quando è stato invitato a farlo da un funzionario del Senato. L’agenzia di stampa ANSA racconta che gli addetti del Senato, a più riprese, hanno invitato tutti i presenti a indossare la mascherina, esortazione accolta quasi esclusivamente dai giornalisti presenti. Un funzionario s’è rivolto esplicitamente al segretario leghista, seduto in prima fila, che però gli ha risposto: ” Non c’è l’ho la mascherina…non me la metto”. Subito dopo, un componente dello staff leghista, ha portato al segretario una mascherina, che comunque Salvini non ha mai indossato.

salvini senato mascherina

L’AGI racconta che nel corso della mattinata sono intervenute personalità dei campi più disparati (a partire dal cantante Andrea Bocelli) accomunati dal fatto di avere una visione critica su come il governo e il CTS hanno affrontato l’emergenza. “C’è la sensazione di essere in un ritrovo di carbonari, di negazionisti – ha detto il leader della Lega – se c’è gente strana, io qui mi trovo benissimo. La libertà di pensiero è il primo bene a rischio: c’è un fronte di chi ha un’idea diversa rispetto al mainstream. Io mi sono rifiutato di salutare di gomito. Se uno mi allunga la mano, mi autodenuncio, gli do la mano. Tanto un processo più, un processo meno. I bollettini di contagio – ha concluso rincarando la dose – sono terrorismo mediatico”.

Leggi anche: Cosa si rischia senza la proroga dello stato di emergenza