Opinioni

Ryanair e i voli da Londra a New York a 10 euro

Più rotte, voli aggiuntivi, programmazione migliorate: a prevederlo è la programmazione invernale 2015, lanciata oggi da Ryanair con 3 mesi in anticipo rispetto al 2014. I clienti della compagnia low cost irlandese potranno ora scegliere tra oltre 1.600 rotte sul suo network europeo, usufruendo, al contempo, ricorda l’aviolinea, di posti assegnati, di un secondo bagaglio a mano gratuito, di costi ridotti, di un nuovo sito web, di una nuovissima app con carte d’imbarco mobile e dei servizi Family Extra e Business Plus. ”Ryanair – dichiara Kenny Jacobs, chief marketing officer di Ryanair – è lieta di lanciare la sua più grande programmazione invernale, con più voli, più rotte e più destinazioni, poiché continuiamo ad accrescere il network di collegamenti più ampio d’Europa. Come parte del nostro programma di miglioramenti ‘Always Getting Better’ e della Carta dei Passeggeri, abbiamo promesso di rendere disponibili le nostre programmazioni in anticipo, e i nostri clienti ora possono pianificare e prenotare le proprie vacanze estive ed invernali per il 2015 , il tutto alle tariffe più basse”.
Ryanair – prosegue il manager – continuerà a collegare i centri chiave del business in Europa, con più voli e programmazioni migliorate per e dalle principali città, tra cui Berlino, Edimburgo, Londra, Madrid, Milano, Roma e Varsavia, facendo di Ryanair la scelta ideale per chi viaggia per affari, mentre il nostro prodotto Family Extra è la scelta ideale per le famiglie”. solo la Norwegian Air Shuttle ci aveva provato, nel 2013, con biglietti di sola andata da Londra a New York da 149 sterline. Qui è diverso, i biglietti partono da 10 sterline. “Abbiamo visto cosa hanno fatto gli altri – ha spiegato al Financial Times Kenny Jacobs, responsabile marketing di Ryanair – e negli ultimi 12 mesi abbiamo osservato cos’è accaduto sul mercato. Abbiamo ora una visione più precisa di quello che vogliamo fare e cosa proporre ai nostri passeggeri». Per coprire le spese, la compagni ha in mente di aggiungere posti di prima classe più costosi. Il progetto potrebbe includere dieci basi europee, con Londra, Dublino, Berlino e altre città tra Spagna, Italia e Scandinavia.