La macchina del funky

Roberta Lombardi preferisce l’accordo con la Lega a quello con il PD

roberta lombardi ritardi rendicontazione - 2

Roberta Lombardi, capogruppo del MoVimento 5 Stelle in Regione Lazio dopo aver perso le elezioni a vantaggio di Zingaretti e Parisi, dice di preferire l’accordo con la Lega a quello con il Partito Democratico per il governo M5S:

«Il problema del Pd è che non si sa con chi parlare: con Martina o con Franceschini o con Orlando?».

Meglio la Lega,dunque?
«Nella Lega c’è un’unica voce che parla, quando il partito decide, poi la linea è quella, è un partito che ha disciplina sui temi, senza cavalli pazzi».

I tempi, quali saranno i tempi, secondo lei della fumata bianca?
«Bisogna scavallare il 21 aprile, il giorno cioè dell’assemblea del Pd, per capire se sarà archiviata l’era Renzi oppure no. E allora, in quel caso, potrebbe rimanere in piedi l’ipotesi di un accordo con un Pd derenzizzato. Altrimenti, con l’ex segretario in campo, qualsiasi intesa è irricevibile per noi e per loro. Ma non è l’unica data da attendere».

Certo, ci sono le regionali a fine mese.
«Esatto, bisognerà aspettare l’esito di quel voto per capire se Salvini riuscirà a crescere ancora, soprattutto in Friuli Venezia Giulia».

elettori m5s governo lega
Il sondaggio di Ilvo Diamanti su Repubblica (8 aprile 2018)

Secondo Lombardi dopo il voto in Friuli ci saranno i giorni decisivi per il governo:

Poi scatterà l’intesa con il Matteo lumbard?
«Per certi versi è la soluzione migliore, ma non per la vicinanza con il leader politico, ma perché conosco i colleghi della Lega: persone molto serie e di parola. E poi ovvio Salvini è Salvini».

Cioè?
«E’ un personaggio che mi inquieta, anche se non lo conosco».

Però vi turerete il naso?
«Lo ripeto: un accordo con il Pd nazionale lo vedo difficile, ma in ogni caso sarà il contratto sui temi che definirà con chi andare avanti».

Leggi sull’argomento: La lettera di Adriano Celentano a Renzi