Fact checking

Roberta Capoccioni ha preso benissimo la mozione di sfiducia in III Municipio!1!

m5s municipio III capoccioni consiglio comunale burri - 4

Roberta Capoccioni, presidente M5S del III Municipio, è in bilico perché ha perso la maggioranza del consiglio municipale e la mozione di sfiducia nei suoi confronti sta per raggiungere il numero di firme necessarie dopo che anche il consigliere municipale Cristiano Bonelli ha dato il suo ok. Ma la Capoccioni, vicina a Roberta Lombardi e a Marcello De Vito (tanto che Giovanna Tadonio, moglie del presidente dell’Assemblea Capitolina, è in giunta come assessora) non ha alcuna intenzione di arrendersi. Anzi.

Roberta Capoccioni ha preso benissimo la mozione di sfiducia in III Municipio!1!

Per questo ieri, circa un’ora dopo la pubblicazione dello status di Bonelli in cui quest’ultimo annunciava la firma sulla mozione di sfiducia, la presidente del III Municipio ha scritto su Facebook che “Dato l’imponente lavoro fatto in questo anno e mezzo da questa Giunta interamente protocollato e consultabile per trasparenza sul sito istituzionale, è fin troppo facile confutare, totalmente, tutti i punti della mozione di sfiducia, non in aula, ma presso la Procura! Così chi vorrà giocare con i fatti e mentire ai propri elettori, sarà chiamato a risponderne difronte ad un P.M.!“.
roberta capoccioni
A parte l’abbondanza di punti esclamativi – e a parte che la firma di Bonelli non è stata ancora apposta – la Capoccioni, che aveva già attaccato i tre consiglieri M5S che avevano lasciato il gruppo un mese fa, sembra voler dire che denuncerà (per quale reato? Dissenso politico? Diffamazione a mezzo mozione?) chi ha firmato la mozione. Ovviamente la minaccia ha scarso valore dal punto di vista della realtà dei fatti, ma soprattutto appare curiosa ai sensi della voce che voleva la Capoccioni nominata commissaria dalla Raggi in caso di caduta della giunta, visto che la gestione commissariale dovrebbe garantire l’esercizio ordinario senza contrasti mentre così la presidente contribuisce ad avvelenare ulteriormente un clima che sembra già impazzito. Intanto Bonelli fa sapere che firmerà la sfiducia tra martedì e giovedì. Poi sarà l’Aula a parlare. In un clima sereno, pacato, tranquillo. Come è stata del resto l’intera consiliatura.