Attualità

La risposta di Jim Carrey alla Mussolini: “Se vuole può capovolgere la vignetta”

Il comico canadese continua a stuzzicare la nipotina del Duce che lo aveva chiamato “bastardo” perché aveva postato una vignetta con Mussolini appeso a testa in giù a Piazzale Loreto. Visto che l’europarlamentare italiana si ostina a vedere le cose al contrario – ha detto Carrey – può sempre capovolgere la vignetta per vederla “giusta”

jim carrey mussolini bastard vignetta - 1

In Italia è noto che Alessandra Mussolini è parecchio suscettibile quando si parla di suo nonno Benito. Ma all’estero non sanno che la nipote del Duce, quando non è impegnata a farsi dabbare in faccia da un rapper demenziale, si aggira per l’Internet a lamentarsi con tutti quelli che insultano la memoria dell’uomo che ha fatto tante cose buone, tra cui portare l’Italia in una guerra disastrosa a fianco di uno come Hitler, fare uccidere dissidenti e oppositori, promulgare le leggi razziale che hanno portato alla deportazione di migliaia di italiani nei campi di concentramento.

jim carrey mussolini bastard vignetta - 3

La risposta di Jim Carrey alla Mussolini: “Se vuole può capovolgere la vignetta”

 

Non lo sapeva ad esempio il comico canadese Jim Carrey, che la settimana scorsa ha twittato il Duce appeso a testa in giù a Piazzale Loreto. E non lo sanno molti americani, nipoti o pronipoti di coloro che sono morti in Europa per liberare l’Italia dalla dittatura fascista e dall’occupazione nazista. Incredibilmente oltreoceano i nipoti dei liberatori vedono Mussolini come il male assoluto. E non potrebbe essere altrimenti visto quello che è successo tra il 1940 e il 1945 (per tacere del ventennio precedente).

La Mussolini si è precipitata a commentare con “sei un bastardo” e poi si è messa a battagliare – in un inglese stentato – con una serie di utenti che le facevano notare come il nonno non fosse proprio uno stinco di santo e che forse se era finito in quel modo qualche cosa di male l’aveva fatto. Variety ha intercettato ieri Carrey per chiedergli cosa volesse rispondere alla Mussolini. Il comico ha ammesso di non avere idea né dell’esistenza dell’europarlamentare italiana politicamente freelance (così nella bio su Twitter) né del fatto che fosse in politica.

jim carrey mussolini bastard vignetta - 2

E si è detto piuttosto sconvolto dal fatto che continuasse «a stare dalla parte del male». Ma Carrey ritiene che se la Mussolini si è sentita offesa dalla vignetta e visto che continua a vedere le cose al contrario di come le vedono gli altri può sempre capovolgerla «così le sembrerà di vedere suo nonno che salta di gioia». Possiamo solo immaginare la reazione della Mussolini. Una cosa come “do you want applause”?

Leggi sull’argomento: Piaggio Aerospace: come Di Maio e la Difesa giocano a rimpiattino sul destino degli operai