Economia

La procedura Inps per il reddito di emergenza (ancora non c’è)

Le domande per accedere al Rem andranno presentate entro il mese di giugno all’Inps. L’Istituto deve ancora mettere a punto una procedura per accogliere le richieste

reddito di emergenza inps procedura

Le domande per accedere al Rem, il reddito di emergenza da 400 a 800 euro a seconda della composizione del nucleo familiare, andranno presentate entro il mese di giugno all’Inps. L’Istituto dovrà mettere a punto una procedura per accogliere le richieste. Per accedere al Rem è necessario avere un Isee non superiore a 15mila euro, un patrimonio mobiliare che, al massimo, può arrivare a 20mila euro. Il Rem sarà corrisposto per sole due mensilità, poi cesserà.

reddito di emergenza reddito di cittadinanza
Gli effetti delle misure (Il Messaggero, 11 maggio 2020)

Il Corriere della Sera segnala oggi che il REM andrà a 867.600 familiari per un totale di 2 milioni e 16.400 persone e una spesa per lo Stato di 954,6 milioni di euro. Una platea che il decreto corregge con un «parametro espansivo del 25%» per essere certi di non trovarsi a corto di risorse in corso d’opera. Il sussidio al momento è previsto per due mesi e potrà andare da 400 a 800 euro a seconda della composizione del nucleo familiare. Per poter fare domanda all’Inps, bisogna essere residenti in Italia e avere un reddito familiare nel mese di aprile del 2020 inferiore al sussidio che si otterrebbe, altrimenti c’è un’integrazione fino a raggiungere quella soglia. E ancora il patrimonio mobiliare familiare nel 2019 deve essere inferiore a 10mila euro, soglia accresciuta di 5mila euro per ogni componente successivo al primo e fino ad un massimo di 20mila euro. L’Isee deve essere sotto i 15mila euro.

Leggi anche: Quando arriva il reddito di emergenza?