Economia

Quando arriva il reddito di emergenza?

@neXt quotidiano|

quando arriva il reddito di emergenza buoni spesa governo rem reddito di emergenza chi può prenderlo

Quando arriva il reddito di emergenza? La manovra del Dl Rilancio non è ancora operativa. Le coperture del decreto, realizzate con lo scostamento del deficit, richiedono ancora un difficile lavoro di cesello e la Ragioneria dello Stato è ancora al lavoro per la bollinatura che poi consentirà al presidente della Repubblica la controfirma del decreto e la pubblicazione. Intanto è di fatto già partita, dall’Inps alle Entrate, la macchina organizzativa che porterà all’attuazione degli interventi più attesi e a velocizzare quelli già esistenti. A cominciare dalle norme sulla Cig. Scatterà subito, poi, il bonus di 600 euro di aprile per i lavoratori autonomi che hanno già ottenuto il bonus a marzo. Sarà automatico e non bisognerà fare nulla. Diverso è invece il meccanismo di maggio: i 1.000 euro vengono riconosciuti a chi può dimostrare di aver avuto una riduzione di fatturato: così servirà per questo una circolare attuativa dell’Inps. Automatica è anche l’attuazione della cancellazione del saldo e dell’acconto Irap per le partite Iva e per le società fino a 250 milioni di fatturato. Mentre bisognerà attendere la circolare applicativa dell’Agenzia delle Entrate per il contributo a fondo perduto riconosciuto agli autonomi e alle imprese sotto i 5 milioni di fatturato che hanno visto ridursi di due terzi gli incassi.

reddito di emergenza reddito di cittadinanza
Gli effetti delle misure (Il Messaggero, 11 maggio 2020)

I tempi di erogazione saranno invece più lunghi per il reddito di emergenza, il Rem. La domanda per l’assegno, che varierà tra i 400 e gli 800 euro a seconda dell’ampiezza del nucleo familiare, dovrà essere presentata entro giugno e avrà severi paletti di Isee e patrimonio: difficile che il pagamento arrivi prima del mese successivo. Intanto in Campania c’è il via alle domande per l’assegnazione di 10 milioni di euro per il bonus di 250 euro riservato agli studenti universitari con reddito Isee non superiore ai 13mila euro per l’acquisto di strumenti o servizi utili allo svolgimento della didattica a distanza, attivata in conseguenza della sospensione delle lezioni in presenza. Le domande vanno presentate sull’apposita piattaforma disponibile sul sito dell’Adisurc dalle 15 di oggi fino alle 12 del 18 luglio. Dei 10 milioni stanziati, 270mila euro saranno destinati agli studenti assegnatari extra bando di residenze Adisurc – manterranno il beneficio di “fuori sede” anche coloro che non hanno alloggiato per il tempo stabilito – per la mancata fruizione degli alloggi a causa dell’emergenza Covid-19.

Leggi anche: Quando arriva il bonus partite IVA di aprile e maggio