Economia

Reddito di emergenza: la presentazione delle domande sul sito Inps

Il Reddito di emergenza si può richiedere da oggi sul sito Inps. E’ attivo il servizio di presentazione delle domande. Come fare

reddito di emergenza inps presentazione domande

Il Reddito di emergenza si può richiedere da oggi sul sito Inps. E’ attivo il servizio di presentazione delle domande.

Reddito di emergenza: il servizio per le presentazione delle domande sul sito Inps

Presto verrà pubblicata sul sito Inps la circolare esplicativa con il dettaglio delle indicazioni su chi può usifruire della misura. Per poter presentare la domanda, come per gli altri servizi Inps bisogna avere il pin, la Spid, o la carta di identità elettronica:

È da oggi attivo il servizio per la presentazione delle domande di Reddito di Emergenza, misura straordinaria di sostegno al reddito introdotta per supportare i nuclei familiari in condizioni di difficoltà economica causata dall’emergenza epidemiologica da COVID-19, istituita dall’articolo 82 del decreto legge n. 34 del 19 maggio 2020.
Dopo aver effettuato l’autenticazione al servizio, sono consultabili i manuali che forniscono le indicazioni per la corretta compilazione della richiesta.

Le domande per accedere al Rem, il reddito di emergenza da 400 a 800 euro a seconda della composizione del nucleo familiare, andranno presentate entro il mese di giugno all’Inps. L’Istituto dovrà mettere a punto una procedura per accogliere le richieste. Per accedere al Rem è necessario avere un Isee non superiore a 15mila euro, un patrimonio mobiliare che, al massimo, può arrivare a 20mila euro. Il Rem sarà corrisposto per sole due mensilità, poi cesserà.

reddito di emergenza reddito di cittadinanza
Gli effetti delle misure (Il Messaggero, 11 maggio 2020)

er poter fare domanda all’Inps, bisogna essere residenti in Italia e avere un reddito familiare nel mese di aprile del 2020 inferiore al sussidio che si otterrebbe, altrimenti c’è un’integrazione fino a raggiungere quella soglia. E ancora il patrimonio mobiliare familiare nel 2019 deve essere inferiore a 10mila euro, soglia accresciuta di 5mila euro per ogni componente successivo al primo e fino ad un massimo di 20mila euro. L’Isee deve essere sotto i 15mila euro.

Leggi anche: Quando arriva il reddito di emergenza?