Economia

Reddito di cittadinanza, le regole: in media 200 euro al mese

reddito di cittadinanza cosa bisogna fare

Il reddito e la pensione «di cittadinanza» sono la misura della manovra economica per la quale più si batte il MoVimento 5 Stelle. Obiettivo dichiarato «cancellare la povertà». Il governo ha annunciato che darà un assegno fino a 780 euro al mese a 5 milioni di poveri ma per ora questa misura non è stata ancora presentata. Di sicuro nel disegno di legge di Bilancio che il governo presenterà nei prossimi giorni ci sarà un Fondo da 9 miliardi per finanziare la riforma. La cui applicazione potrebbe arrivare con provvedimenti a parte.

reddito di cittadinanza campania sicilia
Chi percepisce il reddito di inclusione (La Stampa, 26 ottobre 2018)

Le richieste per il reddito di cittadinanza potranno essere fatte dal prossimo primo marzo secondo il professor Pasquale Tridico, che così smentisce l’onorevole cittadina viceministra senza deleghe Laura Castelli che ha detto a Italia 5 Stelle che sarebbe stato lo Stato a “chiamare” il cittadino povero: «Sarà necessaria la domanda, anche se a regime, con l’Isee precompilato, per i possibili beneficiari ci sarà un meccanismo quasi automatico di conoscenza del diritto al beneficio e della possibilità di fare domanda». Il governo farà partire il sussidio da aprile. Sarà destinato a chi ha un ISEE inferiore ai 9360 euro (la prima casa è esclusa ma chi vive nella casa di proprietà prenderà 280 euro in meno rispetto all’importo totale.

reddito di cittadinanza 500 euro
Reddito di cittadinanza: come funziona (Il Messaggero, 17 ottobre 2018)

Secondo le ultime rilevazioni dell’ISTAT, le persone in condizioni di povertà assoluta, cioè non in grado di acquistare un paniere di beni e servizi essenziali, sono in Italia circa cinque milioni per un totale di quasi 1,8 milioni di famiglie. Per questo, scrive oggi il Corriere della Sera, anche ipotizzando che tutti i nove miliardi previsti per il 2019 fossero spesi da aprile, cioè per un totale di nove mesi, si ottiene che in media i cinque milioni di poveri assoluti potrebbero ricevere mediamente a testa duecento euro al mese. Facendo lo stesso calcolo sul numero di famiglie risulta che ciascuno degli 1,8 milioni di nuclei in povertà assoluta prenderebbe mediamente 555 euro al mese. È vero che il sussidio integrerà i redditi esistenti fino a 780 euro, ma nove miliardi sembrano comunque insufficienti rispetto all’obiettivo proclamato, senza contare le difficoltà tecniche.

reddito di cittadinanza isee
Il reddito di cittadinanza e l’ISEE: i controlli della GdF e le truffe (Il Sole 24 Ore, 8 ottobre 2018)

Attualmente il sostegno ai poveri è garantito dal REI. L’assegno arriva fino a 187,5 euro al mese per una persona e sale fino a 540 euro per le famiglie di 6 o più persone. Lefamiglie beneficiarie devono sottoscrivere un progetto di reinserimento sociale gestito dai comuni. Nei primi 9 mesi del 2018 il Rei è andato a 379mila famiglie.

Leggi sull’argomento: Pensioni, quota 100 con divieto di cumulo