Economia

Rc Auto familiare: come lo sconto diventa rincaro

scatola nera assicurazione rcauto

La RC Auto familiare conviene? La norma voluta da M5S consente a un nucleo familiare di assicurare auto e due ruote usufruendo della migliore classe di merito presente all’interno della famiglia.Una possibilità valida non solo per le nuove polizze, ma anche al momento del rinnovo delle polizze esistenti. L’importante è che non si siano verificati sinistri negli ultimi 5 anni. Di fatto, chi stipula un nuovo contratto solo in caso di acquisto di un veicolo aggiuntivo può utilizzare l’attestato di rischio del titolare ed ereditare, così, la stessa classe di merito. Insomma, una differenza non di così poco conto, tanto che potrebbe portare a un risparmio fra il 30% e il 40% sulle polizze Rc auto di 42 milioni di veicoli assicurati in Italia. E che sale di più nel caso in cui in famiglia c’è un motorino in 14esima classe e un’auto in prima. Ma, spiega oggi Il Fatto Quotidiano, l’estensione della possibilità di guadagnare la prima classe di merito imporrà di spalmare i costi sugli altri assicurati.

Secondo i dati di Facile.it, si tratta di un possibile rincaro del 2,6% per circa 40 milioni di veicoli, dal momento che in circa 2 milioni (il 5% degli assicurati) potrebbero entrare in prima classe e ottenere circa il 50% di risparmio se l’altro veicolo si trova in quattordicesima classe. Prezzi più alti che equivarrebbero, secondo Facile.it, a un aumento di 25 euro per gli assicurati della Campania che da sempre pagano l’Rc auto più alta d’Italia.

rc auto costi dimezzati
La nuova RC Auto (Il Sole 24 Ore, 6 gennaio 2020)

“Bisognerà anche verificare – sottolinea Fabrizio Premuti, presidente di Konsumer –se le compagnie assicuratrici aumenteranno, ad esempio, i prezzi delle garanzie accessorie, come le polizza del guidatore, o diminuiranno lo sconto applicato a chi installa la scatola nera. Si tratta di aumenti minimali per ogni singolo automobilista che rischiano di non essere percepiti, ma che nel totale valgono milioni di euro in più per le compagnie”.

Leggi anche: Pensioni, le soluzioni per l’uscita nel 2020