Opinioni

Quanto ha speso Hillary Clinton per perdere le elezioni

Con la sconfitta di Hillary Clinton vanno in fumo oltre un miliardo e 300mila dollari investiti per la sua campagna elettorale mentre Donald Trump viene incoronato presidente con una spesa di ‘appena’ 795 milioni, anche se nel suo caso alcune voci non state quantificate. Questi erano i dati diffusi dal Washington Post a metà ottobre. Tenendo conto però delle convention e di tutte le altre spese connesse al cammino verso il voto, la campagna elettorale per le presidenziali 2016 ha bruciato la cifra-record di 7 miliardi di dollari (6,2 miliardi di euro) che la rende la piu’ costosa di sempre. La stima è del Centre for Responsive Politics. Calcolatrice alla mano, il costo supera la spesa annuale degli americani in cereali (6 miliardi di dollari), in cibo per animali domestici (5,4 miliardi) e in marijuana (5,5 miliardi di dollari). Dai media alle convention, ecco le voci che raccontano questa campagna-record:
MEDIA Secondo il Centre for Responsive Politics, Hillary Clinton ha speso oltre 125,1 milioni di dollari (110 milioni di euro) per la propaganda sui media, contro i 30,4 milioni (26 milioni di euro) di Donald Trump che peraltro ha avuto la stesa risonanza con le sue tante uscite controverse.
STAFF Qualcuno lo farebbe anche gratis, ma i candidati sono tenuti a pagare la maggior parte dei membri del proprio staff. Hillary Clinton ha versato circa 60,5 milioni di dollari (53 milioni di euro) in stipendi, mentre non si conoscono i numeri di Trump.
hillary clinton
RACCOLTA FONDI La raccolta fondi per la candidata democratica ha totalizzato un miliardo e 68 milioni di dollari, quella di Trump meno della meta’, 512 milioni.
LE CONVENTION Ogni che ha ospitato le convention ha ricevuto 50 milioni di dollari (44 milioni di euro) di fondi federali, soprattutto per la sicurezza. Complessiva la convention repubblicana di Cleveland si stima sia costata 114 milioni di dollari, quella democratica di Filadelfia è costata 127 milioni di dollari. I costi sono stati per lo piu’ coperti, oltre che dai fondi federali, dalle citta’ ospitanti e dagli sponsor-donatori.

Leggi sull’argomento: Perché i sondaggi hanno sbagliato su Trump