Attualità

Quanto Coronavirus si può diffondere quando Salvini dà la mano a tutti?

Evitare di stringere la mano è una misura che protegge chi lo fa e la persona che incontra. Ma cosa succede se c’è un “passatore di mani”? Immaginiamo che una delle mani toccate da Salvini, magari la prima della passeggiata in mezzo alla folla, sia contaminata dal virus…

Ieri Salvini era a Lecco e come di consueto ha preparato uno di quei bei video celebrativi con la colonna sonora in sottofondo. Il Capitano fa la sua passerella in mezzo alla gente: non si rifiuta mai di stringere mani, di essere abbracciato o addirittura baciato sulle guance. Certo da qualche giorno lo vediamo mettere la mascherina più spesso, non si sa se per l’aumento dei contagi o se per le figure rimediate dentro le fabbriche di pecorino o di yogurt. Tutto questo passare da una mano all’altra però stride con gli accorgimenti che si dovrebbero tenere per non diffondere il Coronavirus. Stringere la mano è un gesto rischioso tanto che è stato sostituito con altri tipi di saluto, con i gomiti o con i piedi. Ecco cosa ne pensa ad esempio Anthony Fauci, non il primo personaggio preso per strada: “Penso che ciò che avremo impresso in noi per sempre è la consapevolezza che qualcosa di catastrofico come quello che il mondo sta vivendo ora può accadere, e come una società, dimentica solo di stringere la mano. Dobbiamo rompere quell’usanza perché, di fatto, questo è davvero uno dei modi principali in cui puoi trasmettere una malattia respiratoria”.

salvini dà la mano a tutti coronavirus video

Evitare di stringere la mano è una misura che protegge chi lo fa e la persona che incontra. Ma cosa succede se c’è un “passatore di mani”? Immaginiamo che una delle mani toccate da Salvini, magari la prima della passeggiata in mezzo alla folla, sia contaminata dal virus. Il Capitano non si igienizza ogni volta che passa da una persona all’altra. Verosimilmente è possibile quindi che anche la contaminazione possa diffondersi di mano in mano. Nessuno si rende conto del pericolo?

Leggi anche: Perché la Lega non ha ancora tolto la foto con il marchio Ringo?