Opinioni

Quanti disoccupati ha sulla sua coscienza/pensione Bonanni?

Una lettera aperta di Carlo Pento all’ex segretario CISL dopo le notizie su stipendi e pensione.

Caro Raffaele,
come hai fatto, nella tua pur lunga carriera lavorativa, a maturare all’età di 65 anni la bellezza di 1.670.000€ di contributi? Montante contributivo che moltiplicato per il coefficiente di trasformazione INPS (pari a 5,435% per chi ha 65 anni) produce una pensione lorda annua di 91.000 € (/13 = 7.000 €/mese) e netta mensile di 4.800 €, attuale tuo assegno pensionistico secondo alcuni organi di stampa. Girano anche cifre maggiori e a partire dal 2012, con un coefficiente di trasformazione più basso che implica un montante contributivo di oltre DUE MILIONI di €.
Sarebbe interessante anche conoscere la dinamica di creazione di questo piccolo tesoretto.
Ti ricordo che la parte di pensione che non dovessi aver maturato con gli effettivi contributi versati, non è manna che piove dal cielo, bensì dalla fiscalità generale, in base a leggi scellerate che come sindacalista hai contribuito a creare/tollerare.
Come tu insegni, l’eccessiva pressione fiscale produce ridimensionamento/esodo/chiusura delle imprese e conseguente disoccupazione. Come puoi pretendere la riduzione delle tasse se bisogna salvaguardare i diritti/privilegi acquisiti, forse anche i tuoi?
Grazie Raffaele per le sincere e puntuali risposte che darai.
Carlo Pento
Moderno schiavo economico a causa
dei tanti diritti/privilegi acquisiti