Economia

Quando arriva l’assegno universale per i figli del Family Act

La proposta del Pd indica una cifra massima mensile, 240 euro, che pero scomparirà e sarà delegata al governo. Sarà adottato il principio del ddl Bonetti per cui si parte da un minimo e poi la dotazione sale in base all’Isee

elena bonetti family act quando arriva assegno universale per i figli

L’Avvenire parla oggi in un articolo a firma di Marco Iasevoli del Family Act e dei tempi per l’assegno unico per i figli nella legge-delega del governo Conte, il cui testo non è ancora disponibile:

Se Camera e Senato approveranno la legge-delega sull’assegno unico entro l’estate, il governo avrà di tempo teoricamente sino a luglio 2021 per mettere mano al testo attuativo. Segno che la partita sulle coperture è molto complessa E l’impegno politico ribadito anche ieri dalla ministra Bonetti a erogare l’assegno dal primo gennaio è tutto da costruire. Il nodo, manco a dirlo, è quello delle risorse economiche. Il conto è piuttosto semplice da fare. Abrogando detrazioni, assegni familiari e i vari bonus si arriva a circa 16 miliardi, da destinare alla nuova misura universale che però ha una platea molto più ampia di quella delle “buste paga”.

Perché non si verifichi lo scenario in cui migliaia di famiglie prendano meno soldi con l’assegno unico che con le misure precedenti, servono soldi aggiuntivi. Almeno 6-7 miliardi. Da reperire nell’ambito della più ampia riforma fiscale cui ha iniziato a lavorare il ministro del Tesoro Roberto Gualtieri. Vuol dire, per essere chiari, che nella riorganizzazione e semplificazione del sistema fiscale dovranno essere tagliate alcune agevolazioni fiscali: e la storia recente dimostra che è più facile a dirsi che a farsi.

family act assegno unico figli
Family Act: cosa prevede e come sarà l’assegno unico per i figli (La Stampa, 12 maggio 2020)

Il patto politico è che l’assegno unico viaggi sul binario accelerato della proposta già incardinata dal Pd. Ma la mediazione tra l’assegno unico dem e l’assegno universale da Bonetti in parte è ancora da costruire. La proposta del Pd indica una cifra massima mensile, 240 euro, che pero scomparirà e sarà delegata al governo. Sarà adottato il principio del ddl Bonetti per cui si parte da un minimo e poi la dotazione sale in base all’Isee.

La maggiorazione dell’assegno dal secondo figlio in poi, prevista dal ministro Bonetti, potrebbe essere sfumata in un principio generale di rafforzamento della misura per i nuclei numerosi. Per quanto riguarda la durata della misura universale, l’ipotesi è che parta dal settimo mese di gravidanza e arrivi sino a quando il figlio compie 22 anni

EDIT 15 giugno 2020 – Secondo la ministra Bonetti l’assegno universale per i figli arriverà a gennaio 2021

“L’assegno universale per tutti i figli va nell’ottica della semplificazione. Mi auguro che sarà attivo da gennaio 2021 ed entrerà tutti i mesi nelle tasche dei genitori italiani”. Lo ha detto la ministra per le Pari opportunità e la Famiglia Elena Bonetti ospite di Omnibus.

Leggi anche: Family Act: cosa prevede e qual è l’importo dell’assegno unico per i figli