Economia

«Preferiamo pagare un pensionato rispetto a un creditore»

Per Yanis Varoufakis l’accordo tra Atene ed i creditori internazionali sarà concluso entro la prossima settimana. Il ministro delle Finanze ellenico considera il raggiungimento di un’intesa “molto vicino” ed esclude l’eventualità di un’uscita del suo paese dall’Eurozona. “Nei nostri radar non c’è un’altra moneta”, ha dichiarato a Star TV. Varoufakis, riferisce la Bbc, ha però anche sottolineato che non intende avallare però alcun compromesso “insostenibile”. «Vi assicuro che di fronte al dilemma tra pagare un creditore che si rifiuta di firmare un accordo con noi e un pensionato, pagheremo il pensionato. Spero che saremo in grado di pagare entrambi», ha poi aggiunto rispondendo alle domande.

L'infografica di Reuters pubblicata da BBC sulla Grecia (19 maggio 2015)
L’infografica di Reuters pubblicata da BBC sulla Grecia (19 maggio 2015)

Alla domanda circa la capacità del paese di pagare le rate di giugno, riporta AFP, Varoufakis ha anche sottolineato che Tsipras ha già fatto sapere dei rischi di giugno. E ha criticato i creditori perché, a suo dire, non hanno portato nulla di nuovo nelle discussioni, a differenza della Grecia. E ha poi parlato dei possibili aumenti dell’IVA già accennati nel piano della UE per salvare la Grecia raccontato ieri.

Leggi sull’argomento: Il piano segreto della UE per evitare l’uscita della Grecia dall’euro