Politica

La posizione del M5S su Salvini a processo? Un segreto fino a martedì

“La posizione del M5S su Salvini a processo? La saprete martedì”: il senatore Mario Michele Giarrusso vuole tenerci sulle spine e non intende rivelare in base a quale supercazzola il MoVimento 5 Stelle salverà dal processo Salvini, che da imputato volontario si è trasformato in Capitan Coniglio quando ha capito che sulla Diciotti rischiava la condanna e gli effetti della legge Severino.

La posizione del M5S su Salvini a processo? Un segreto fino a martedì

Il M5S quindi per adesso non annuncia nulla e attende fino a martedì 19, quando il senatore Gasparri, presidente della Giunta per le autorizzazioni a procedere, si schiererà, come annunciato, per il no. Nel frattempo però Giarrusso è andato all’attacco del Fatto Quotidiano, che ieri avrebbe pubblicato “dichiarazioni mai fatte, destituite di ogni fondamento, in una parola: false” perché nel titolo di un articolo ha scritto: “Gli attivisti capirebbero il no al processo per Salvini” attribuendolo al senatore. E già che c’è, se la prende con il “lampadato radicalfrikkettone”, ovvero Andrea Scanzi, con cui ha litigato qualche tempo fa.

giarrusso

Giova ricordare che l’agenzia di stampa ANSA aveva riportato, a proposito di Salvini e della Diciotti, questa frase attribuita a Giarrusso: “Non esiste la base, ci sono gli attivisti che sono con noi. E gli attivisti capiscono, capiscono…“. Ma la parte divertente è che nei commenti al post di Giarrusso ci sono un sacco di attivisti che… non sembrano capire molto il no all’autorizzazione a procedere:

salvini processo diciotti 1 salvini processo diciotti 2

Considerato che il voto c’è martedì, l’ultima data per organizzare un voto su Rousseau è lunedì: il tempo stringe.

Leggi anche: Quando Lega e M5s chiamavano “burattino” gli avversari politici