Opinioni

Politics, il mesto addio di Gianluca Semprini

Stasera, che sera. Gianluca Semprini condurrà l’ultima puntata del disastro più disastroso della Rai degli ultimi tempi: Politics va definitivamente in pensione. Il Fatto oggi riepiloga gli ultimi istanti di un fallimento targato Daria Bignardi:

Strappato a Sky con contratto da caporedattore (malgrado l’ammutinamento del sindacato interno Rai), proiettato in prima serata con spot mirabolanti in cui i politici che non rispondevano alle domande venivano portati via di forza dalla poltrona; invece – direbbe Renzi – l’unica poltrona a essere saltata è proprio la sua. Quella di stasera è l’ultima puntata: l’ha annunciato con un’intervista a Libero la direttrice di Rai3 Daria Bignardi,la stessa persona che Semprini l’ha voluto a tutti i costi. Perché ha fallito Politics? Bignardi è pronta a unas evera autocritica.

gianluca semprini politics

Prima di tutto,la fretta: “Abbiamo avuto poche settimane di lavoro per preparare il programma ”. Poi gli ospiti: “Volto nuovo,nuovo formato, ma le facce dei politici erano sempre le stesse”. Terzo, gli ascoltatori: “Semprini (…) un volto nuovo per la tv generalista e più moderno, forse è risultato estraneo per il pubblico di Rai 3”. Quarto motivo, lo stesso Semprini: “Bisogna essere molto appassionati dell’argomento, quasi ossessivi, per costruire qualcosa di nuovo. Non so se Gianluca in fondo sia davvero appassionato alla politica”. Ricapitolando: la Bignardi è andata a pescare un giornalista sconosciuto e poco appassionato di politica per una trasmissione che si chiama Politics. Ma la colpa è del mondo infame.

Insomma, la Bignardi, oltre ad aver ammazzato definitivamente il talk show di politica su Raitre e aver procurato una condanna alla Rai, ora dice che è colpa di qualcun altro. Nel perfetto solco renziano, anche oggi ci prendiamo una responsabilità domani.

Leggi sull’argomento: Se la Rai se ne frega dell’anticorruzione