Opinioni

Per fortuna Facebook censura il video di Buonanno

“Facebook ha emesso una vera e propria fatwa nei miei confronti. Hanno rimosso il video su quello che penso dei rom e degli zingari da Piazza Pulita e mi hanno impedito l’accesso per 24 ore”, ha detto Gianluca Buonanno, parlamentare europeo della Lega Nord a La Zanzara sui Radio 24, annunciando la presentazione di un’interrogazione urgente a Bruxelles, al Parlamento Europeo, che verrà giustamente accolta tra risatine e moti di pietà come meritano gesti del genere. “Zuckerberg è come il Califfo – ha accusato Buonanno – e la cosa è talmente ridicola e assurda che il video di Piazza Pulita si può vedere praticamente su ogni sito di informazione. Mi viene il sospetto che Zuckerberg sia di orgine rom…”. “Intanto trentamila persone non possono ricevere i miei post mentre sono in partenza per la Libia, unico deputato europeo. E non posso comunicare nulla attraverso un mezzo importante come Facebook. Adesso – dice l’europarlamentare leghista – le multinazionali decidono pure chi deve parlare e cosa deve dire”. La scena a cui si riferisce fa particolarmente schifo perché mentre l’ospite insultava l’altra ospite il conduttore e giornalista Corrado Formigli non apriva bocca, consentendo a Buonanno di completare il suo show a beneficio delle telecamere.

Certo, si comprendono benissimo le esigenze di Piazzapulita. I talk show sono in ribasso, e se Salvini non può venire in televisione è necessario portare almeno un altro soggettone a fare caciara per rimediare qualche punto in più di audience. Ma la deontologia professionale di Corrado Formigli dovrebbe per lo meno stimolarlo ad evitare scenette da campagna elettorale. permanente in televisione. Invece no. Mentre Buonanno urla recitando la sua parte, Formigli fa il palo riuscendo a tirar fuori soltanto un patetico “ehhhh” nei confronti di Buonanno. In quel bel quadretto di ieri a Piazzapulita ci sono la feccia della società e la feccia della televisione italiana. Buonanno e Formigli, separati alla nascita.