Opinioni

Bartolomeo Pepe scudo umano per la Corea del Nord con Razzi?

Nei giorni scorsi avevamo raccontato dei senatori Bartolomeo Pepe e Antonio Razzi, prima in partenza e poi bloccati in Corea del Nord mentre gli USA minacciavano un raid. Il missile lanciato nel frattempo da Kim Jong-Un è caduto mentre Razzi è rimasto a Pyognyang con Pepe e una troupe del programma di Rai 2 Nemo composta da Nello Trocchia ed Edoardo Anselmi.
bartolomeo pepe scudo umano
Attualmente il senatore di Forza Italia infatti è bloccato nella capitale della Nord Corea e non può tornare in Italia dopo che la compagnia di bandiera Air Koryo ha posticipato il volo in partenza per Pechino. Era previsto lunedì mattina ma al momento è ancora fermo in Corea in attesa che la situazione si sblocchi. Ma a quanto pare i due non sembrano molto impauriti dall’imprevisto, visto che lo stesso Pepe su Twitter ha scritto che i due sono pronti a tornare per fare da scudi umani se la situazione precipitasse.  Pepe visita regolarmente la Corea da un paio d’anni, alla ricerca soprattutto di contatti commerciali. I suoi collaboratori ci fanno sapere che i coreani avrebbero acquistato un rigassificatore da un’impresa italiana lo scorso anno. Al centro della missione del senatore ci sarebbe un’azione di distensione, anche se il Senato ha specificato che i senatori che si trovano in Corea sono lì a titolo personale.

Leggi sull’argomento: Pepe e Razzi: i due senatori verso la Corea del Nord mentre gli USA pensano al raid