Opinioni

Il nipote di De Mita vorrebbe correre con i 5 Stelle

Il Corriere del Mezzogiorno ieri ha ospitato una fantastica intervista a Giuseppe De Mita, nipote di Ciriaco che ha dichiarato la sua stima per il MoVimento 5 Stelle (o tempora! o mores!, direbbe l’intellettuale della Magna Grecia) e addirittura la sua intenzione di correre con loro per diventare sindaco di Nusco (e qui l’intellettuale della Magna Grecia direbbe cose che non si possono scrivere):

Giuseppe De Mita, per due volte sindaco di Nusco, figlio del primo fratello (lo scomparso preside Vincenzo) dell’ex leader dc, ha frequentato l’Università Cattolica come zio Ciriaco. E nella biblioteca dell’attuale sindaco di Nusco si è formato. «È lì — ha detto in una intervista al Corriere del Mezzogiorno — che ho imparato a leggere De Gasperi e don Sturzo. Zio Ciriaco per me è stato come un secondo padre».

giuseppe de mita

Doveva essere lui l’erede politico designato: «Ma negli anni 80, da delegato del Movimento giovanile dc zio decise che dovevo diventare consigliere provinciale. Divenni invece sindaco di Nusco. Lui si arrabbiò e pretese le mie dimissioni. Io rifiutai. Non mi ha mai perdonato l’atto di disobbedienza». E la passione per i 5 Stelle? «Vengo dalla Dc, ma ho visto con molta simpatia la vittoria dei 5 Stelle. L’avevo prevista. In Irpinia è andato in frantumi un sistema di potere che dominava da decenni». Il potere demitiano? «Sì. Ma io sono un’altra cosa, vengo da trent’anni di esilio politico».

Leggi sull’argomento: M5S, addio alla regola dei due mandati?