Economia

La BCE e il crollo del Monte dei Paschi di Siena in Borsa

mps montepaschi jp morgan passera

Il titolo del Monte dei Paschi di Siena ha perso oggi il 9% in Borsa dopo diversi congelamenti a causa dei dubbi della Bce sul piano di risanamento e sopratutto sull’applicazione dell’Addendum anche sugli stock di Npl, che preoccupa anche gli altri.

La BCE e il crollo del Monte dei Paschi di Siena in Borsa

La causa del crollo è stata individuata nella bozza di Srep della Bce diffusa venerdì scorso, in cui Francoforte indicava perplessità sulla capacità della banca di attuare il piano di ristrutturazione. Una bozza diffusa in vista di un’emissione di bond garantiti (covered bond) e non subordinati come apparso invece su alcune testate, viene fatto notare da fonti finanziarie. La bozza di decisione della Bce sullo srep raccomanda a Mps di svalutare completamente entro il 2026 non solo i nuovi flussi di NPL ma anche lo stock di crediti deteriorati in essere allo scorso marzo, con un impatto complessivo potenziale che potrebbe oscillare – secondo le valutazioni di alcuni analisti finanziari – tra gli 8,7 e gli 1,1 miliardi di euro.

primi cento debitori mps

La bozza di decisione della Bce sullo srep raccomanda a Mps di svalutare completamente entro il 2026 non solo i nuovi flussi di npl ma anche lo stock di crediti deteriorati in essere allo scorso marzo, con un impatto complessivo potenziale che potrebbe oscillare – secondo le valutazioni di alcuni analisti finanziari – tra gli 8,7 e gli 1,1 miliardi di euro.

Leggi sull’argomento: I primi cento debitori del Monte dei Paschi di Siena