Opinioni

Movebargain o WalkDiscount: il sito-truffa di accessori per i gatti

Fino a poco tempo fa si chiamava Movebargain, oggi si chiama Walkdiscount ma il piano secondo il quale funziona è sempre lo stesso: proporre tiragraffi, trasportini, cucce, toilette e altri prodotti per gatti a un pubblico di affezionatissimi amanti dei felini a prezzi più che stracciati. Poi il piano, secondo i racconti degli utenti, prosegue: si sceglie il proprio prodotto preferito, lo si paga e si attende che arrivi finché non si capisce che è tutta una truffa. Sui gruppi e sulle pagina Facebook la voce è già girata: “Chiedo scusa per OT: il sito Movebargain che ha ciulato soldi a persone di questo gruppo per mega graffiatoi a prezzi ridicoli, ha cambiato nome. Si chiama Walkdiscount…ocio!!! Se gli admin ritengono opportuno rimuovere non me ne avrò a male, ritenevo doveroso avvisare”. E insieme ci sono anche quelli che si sono fatti fregare: hanno ordinato, hanno pagato e non hanno ricevuto niente. In massima parte si tratta di piccole cifre. “Anche io sono stata truffata da movebargain. A dicembre avevo letto il commento di una signora che aveva acquistato dal sito e ricevuto la merce, così ho provato sperando di essere fortunata. Ho perso circa 33 euro, che mi sono stati presi a fine mese, poi più nulla e non ho ricevuto gli oggetti. Vorrei sapere come fare la denuncia a Facebook. Oggi andrò alla polizia postale”, scrive Francesca.

movebargain walkdiscount

Non è l’unica: “Non dicono dove sono situati, non hanno assistenza clienti e stanno facendo pubblicità su FB a tutto spiano ma ho la sensazione sia un sito truffa”, scriveva Manuela già a dicembre. Ovviamente il registrar è GoDaddy, quindi è impossibile rintracciare chi sia il responsabile del sito. Ed è vero che non ci sono metodi di contatto diretto con l’utenza sul sito, probabilmente per evitare la seccatura di beccarsi le proteste di chi ordina, paga e non riceve nulla. Di solito è possibile aprire una contestazione con le carte di credito per riavere l’importo pagato.

Leggi sull’argomento: Adrian e Mafia International: come Celentano ha fatto arrabbiare i napoletani