Opinioni

Luca Morisi che sfotte il bambino con la maglia rossa di Alla Lavagna

Nelle more della stucchevole strumentalizzazione a fini politici della maglietta di un bambino protagonista di un programma televisivo cui ha partecipato Matteo Salvini bisogna registrare il gustosissimo tweet di Luca Morisi. Lo stratega della comunicazione leghista, chiamato al Ministero come “consigliere strategico” (e un compenso di 65.000 euro l’anno) si è divertito ieri sera a sfottere quel bambino davanti ai suoi follower su Twitter.

luca morisi alla lavagna bambino maglietta rossa - 1
Fonte

Mentre il disastrato popolo della sinistra vedeva in quel bambino il messia e il simbolo che ci si può opporre a Salvini e al sovranismo (quando in realtà si tratta solo di una foto scattata al momento sbagliato, magari con una certa malizia da parte di chi nella produzione voleva creare un po’ di polemichetta) Morisi ha “scoperto” che quel bambino con la maglietta rossa è in realtà il nipote dell’ex Segretario del PD Maurizo Martina, diventato famoso anche per il suo look “alla Dylan Dog” con camicia rossa e giacca nera.

luca morisi alla lavagna bambino maglietta rossa - 3

Non è ben chiaro il motivo per cui Morisi ha deciso di prendersela con quel bambino. Ma un indizio ce lo dà un tweet pubblicato qualche minuto prima dove il Casalino di Salvini spiega di usare il semivuoto Twitter come passatempo, con qualche tweet ogni tanto al solo allo scopo di far infuriare i troll”. Insomma il passatempo di Morisi non è quello di sfottere dei bambini di nove anni. Morisi in realtà vuole fare infuriare i “pochi sinistri” che lo trollano e che in quelle ore erano pronti a seguire il bambino con la maglietta rossa sulla strada della Liberazione dell’Italia. E per farlo è anche disposto a prendere in giro un bambino.

 

Foto di copertina via Hipster Democratici

Leggi sull’argomento: Non usate il bambino con la maglietta rossa per lavarvi la coscienza