Economia

Il modulo per la richiesta del reddito di cittadinanza

@neXt quotidiano|

modulo reddito di cittadinanza

L’INPS ha pubblicato sul suo sito il modulo per la richiesta del reddito di cittadinanza ieri sera, mentre inizia  il conto alla rovescia per la presentazione delle domande dal 6 marzo.  Il modulo non recepisce le ultime modifiche apportate dal Senato (si basa sui criteri del Dl). Ma va ancora firmata la convenzione Rdc con i Caf e rinnovata la convenzione Isee, in assenza delle quali i Centri di assistenza fiscale non potranno garantire l’aiuto nella predisposizione (che è gratuita) e l’accettazione della domanda. Il modulo va scaricato e scompattato attraverso Winzip, poi compilato e quindi inviato.

modulo reddito di cittadinanza 1

Il modulo si chiama SR180 e la compilazione inizia a pagina 5, ma il riquadro è riservato solo ai rappresentanti legali di soggetti impediti o incapaci. Tutti gli altri devono passare a pagina 6 e iniziano a riempire sette riquadri: si va dai dati anagrafici alla residenza e cittadinanza, dai requisiti familiari a quelli strettamente economici.

reddito di cittadinanza sr180

A pagina 9 il beneficiario prende atto del controllo sui dati inviati e che il reddito può cambiare se lui trova lavoro, che deve spendere tutti i soldi della card e che la non veridicità di quanto dichiarato comporta la revoca del reddito e il carcere. Prende anche atto del fatto che se i sei miliardi stanziati per quest’anno non dovessero bastare per tutti,il sussidio sarà ridotto.

reddito di cittadinanza sr180 1

Spiega oggi Il Sole 24 Ore che la “fase 2”, con la consegna delle Card Rdc dopo il quinto giorno di ciascun mese da parte delle Poste, che nelle previsioni del governo riguarderà una platea di 1,3 milioni di nuclei familiari con circa 4 milioni di persone, presenta le potenziali criticità legate ai grandi numeri in gioco. Per la Card caricata il 27 aprile, sarà difficile controllare come verrà spesa la quota di “contante” prelevabile mensilmente, se sarà aggirato il divieto di utilizzo per il gioco d’azzardo: per un single parliamo di 100 euro mensili su 500 euro del sussidio (780 se non è proprietario di casa).

modulo reddito di cittadinanza 2

Scatterà quindi la “terza fase”, a partire dalla metà di maggio: il percettore del sussidio entro 30 giorni dal riconoscimento del beneficio è convocato dai centri per l’impiego. La dichiarazione d’immediata disponibilità a lavorare riguarda tutti i componenti maggiorenni della famiglia (non occupati, non frequentanti un corso di studio, di formazione), con alcune esclusioni. Per l’Ufficio parlamentare di bilancio, il 27% di percettori del Rdc saranno coinvolti in percorsi di inserimento lavorativo; un milione circa di persone andranno nei centri per l’impiego, in aggiunta all’esercito di attuali disoccupati(in qualche caso le due platee si sovrappongono).

Leggi anche: Giulia Sarti, Andrea Bogdan e “l’altra donna”: chat, bugie e Rocco Casalino