Economia

MES: a chi conviene se si rinvia la firma

meccanismo europeo di stabilità

La Repubblica pubblica oggi una serie di domande e risposte sul Meccanismo Europeo di Stabilità (MES – European Stability Mechanism) e sul Fondo Salva Stati.

Serve veramente o è una truffa delle tecnocrazie europee?
Serve veramente. Anzi è già stato utilizzato cinque volte da quando è nato, in embrione, nel 2010, con il nome di European Financial Stability Facility: in Grecia (2010), in Irlanda (2011), in Portogallo (2011), in Spagna (2012), a Cipro (2013). Il Mes, si chiama così dal 2012, ha come obiettivo la stabilità finanziaria del club dell’euro: significa che quando uno Stato perde la fiducia dei mercati che mandano deserte le aste, il fondo interviene e compra.

Ma adesso, con il nuovo statuto del Mes, se scatta l’aiuto scatta automaticamente anche la ristrutturazione del debito?
La ristrutturazione automatica non c’è. Anzi è proprio uno dei punti sui quali nel giugno scorso, nella lunga notte di trattative la spuntammo; ed è uno dei punti sul quale la maggioranza M5S e Lega vincolò il governo con la risoluzione votata pochi giorni in Parlamento.

mes modifiche meccanismo europeo di stabilità
MES: le tappe dell’approvazione (La Repubblica, primo dicembre 2019)

Un varco alla ristrutturazione comunque si apre?
Il varco c’è, all’articolo 12, dove si dice che “in casi eccezionali” può essere presa in considerazione una “forma adeguata e proporzionata di partecipazione del settore privato”. Tuttavia evitato l’automatismo, l’Italia non poteva evitare anche questo aspetto; senza contare che la ristrutturazione del debito greco è stata fatta anche con il vecchio statuto del Mes.

Stiamo facendo un favore alle banche tedesche?
No. Lo stiamo facendo a noi stessi. Intanto la Germania contribuisce con la quota più elevata, il 26,9 per cento al Mes. Ma la riforma del Mes è stata fatta proprio per autorizzarlo ad intervenire in caso di crisi puramente bancarie. E siccome grandi banche tedesche sono ritenute in difficoltà, il Mes è quanto mai necessario. Non per fare un regalo ai tedeschi, ma per evitare una eventuale crisi di sistema che investirebbe i paesi deboli e molto indebitati come l’Italia.

mes segreto negoziato
Il MES: gli stati partecipanti (Corriere della Sera, 30 novembre 2019)

Lo Statuto si può emendare o si può rinviare la firma?
Il testo di cui si discute oggi è una bozza di articolato approvata dall’Eurogruppo il 14 giugno del 2019 e dovrà essere firmata entro dicembre. La firma si può rinviare e si possono anche fare delle modifiche. Il punto è che noi siamo ritenuti vincenti dall’attuale formulazione, che comunque gli altri sarebbero contrari a rinvii e riaperture e che se si riaprisse la partita già ci sono richieste tedesche per rafforzare alcuni aspetti. Non ci converrebbe.

Leggi anche: Il vero e il falso nella riforma del MES