Politica

Giorgia Meloni fa il cazziatone a Salvini sul candidato sindaco di Roma

Il centrodestra unito, ma neanche troppo

Meloni contro Salvini

Lo hanno sempre raccontato come un giardino dell’Eden in cui Forza Italia, Fratelli d’Italia e Lega correvano liberamente alla ricerca di un obiettivo comune. Una narrazione biblica smentita, ancora una volta, dai fatti. E così, anche sul nome del candidato sindaco del Centrodestra per Roma, i bisticci continui tra i due segretari dei due principali partiti dell’alleanza (?) di centrodestra proseguono liberamente. Quel centrodestra unito, raccontato dalle manifestazioni di piazza e dalle foto su Instagram tra baci e abbracci, non esiste e, forse, non è mai esistito. E così Giorgia Meloni contro Salvini sui candidati alle prossime elezioni (capitoline e non solo) diventa un caso politico.

Meloni contro Salvini sul candidato sindaco di Roma

Se Forza Italia, per sua natura attuale, ha assunto il ruolo della persona che assiste inerme alle dinamiche interne al Centrodestra, Fratelli d’Italia e Lega continuano nel loto battibecco continuo, acuito ancor di più dalla decisione del Carroccio di sostenere il governo Draghi (sia nei ministeri, sia nel Parlamento). Ed ecco che anche sulle tempistiche (e sui nomi) per la scelta del candidato unico per la corsa al Campidoglio, lo scontro si è infiammato.

“Salvini sa benissimo che su Roma, dove le ipotesi in campo sono due ed entrambe autorevoli, Guido Bertolaso e Andrea Abodi, come su Milano, ma anche sulla Calabria che torna a votare – ha detto Giorgia Meloni ad AdnKronos – abbiamo deciso insieme di approfondire e poi rivederci”. Insomma, la leader di FdI non capisce le ultime uscite dialettiche dell’alleato della Lega che ha dato la “colpa” a Fratelli d’Italia per il ritardo nella scelta dei nomi da candidare. Nella capitale e non solo.

La genesi delle tensioni

“Dopo il logico stop in coincidenza con la crisi e nascita del governo sono la prima ad aver chiesto, finora inutilmente – spiega ancora Giorgia Meloni – di incontrarci per riprendere il tema delle candidature alle amministrative ma anche, volendo, di come – nella nuova situazione- mantenere in vita il raccordo tra le forze di centrodestra. Io sono pronta e lo è Fratelli d Italia. Per noi i candidati di tutte le città al voto e della Calabria si possono chiudere anche prima di Pasqua. Basta mezz’ora. Spero sia lo stesso per Salvini”. Tensione figlia del patto anti-inciucio mai effettivamente firmato dagli attori protagonisti?

(foto: IPP /Silvia Loré)