Tecnologia

Il medico del pronto soccorso che minaccia i no-vax (e poi si scusa)

medico minaccia no-vax

Lo screenshot del commento di un medico genovese che minaccia i no-vax è l’ultima polemica “social” sui vaccini. A parlarne, tra gli altri, è stato il Codacons, che ha chiesto la radiazione del medico il quale, secondo la foto del commento che è circolata, diceva: “Ma lasciali parlare. Sono solo rumenta. Cazzo dobbiamo dire sempre le stesse cose? Spero che il Signore si prenda loro e i loro figli prima che il morbillo o la meningite da MC o MC si prenda il mio. Altrimenti me li prendo io. Per me è guerra. All’ingresso in PS (Pronto soccorso, ndr) chiedo se uno è no vax. In caso fuori dai coglioni. Che si rivolgano al bar affianco, io non curo no vax, neanche moribondi. Non lo ritengo etico”.

Il medico del pronto soccorso che minaccia i no-vax (e poi si scusa)

Il commento ha cominciato a circolare nelle scorse ventiquattro ore tra gruppi e pagine free vax, senza che se ne conosca il contesto nel quale è stato scritto. È stato pubblicato – senza censure – anche sulla pagina Facebook di Stefano Montanari. Il Codacons ha parlato di “un violentissimo post contro le famiglie no vax  in cui non solo si augura la morte ai figli di tali famiglie, ma addirittura ci sarebbero precise minacce verso tali bimbi che metterebbero a repentaglio la loro salute e incolumità. Non sappiamo se tali affermazioni siano veritiere o meno, ma come nostro compito statutario ci rivolgiamo alle autorità competenti affinché aprano una indagine sul caso e, qualora venisse confermato come autore del vergognoso post, siano adottati i dovuti provvedimenti, a partire dalla radiazione dall’albo dei medici”. E, per il Codacons, “se l’Ordine dei medici di Genova non interverrà sull’episodio, sarà inevitabile una denuncia nei suoi confronti per concorso e omissione di atti dovuti”.

medico minaccia no-vax

Intanto, scrive l’agenzia di stampa DIRE, il medico si è scusato su Facebook:  “Che dire…- ha scritto – Posso dire che sono per i vaccini obbligatori. Ma e’ chiaro che ho scritto una frase molto infelice. Frase che ovviamente non penso e che non mi rappresenta. È ovvio che desidero solo la salute e il benessere di tutti, giovani e vecchi, vax e no vax. Una frase durante un confronto acceso ha acquistato un brutto tono e me ne vergogno, come uomo e come medico. Certo non auguro la morte di nessuno, men che meno di giovani persone, di qualunque colore o credenza ideologica, e ogni giorno lo dimostro con i fatti, che valgono più di mille parole scritte, dettate dalla rabbia e dalla frustrazione”. E ancora: “Chiedo pertanto pubblicamente le mie scuse, a tutti coloro che ho ferito e insultato e ritiro le mie affermazioni, peraltro prontamente cancellate ma diventate virali, perché la rete non ti perdona neanche per cinque minuti.

Leggi sull’argomento: La mamma no vax del certificato falsificato denunciata dalla scuola