Politica

La frase di Mussolini usata dal Salvini proprio nel giorno della Festa della Repubblica

Il leader della Lega Matteo Salvini cita Mussolini nel fare gli auguri su Twitter per la Festa della Repubblica (e molti glielo fanno notare)

salvini tg1 elezioni amministrative 2021

In un discorso a Genova del 14 maggio 1938 Mussolini si appropriò dell’espressione “Chi si ferma è perduto”, che da allora viene spesso associata al duce. Oggi in un messaggio di auguri per la Festa della Repubblica Matteo Salvini ha rilanciato lo stesso slogan. “Buon 2 giugno a chi farà qualche giorno di vacanza – ha scritto il leader leghista – io parto da Roma direzione Milano, nei prossimi giorni incontri coi cittadini in Veneto, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Sicilia e Lazio. Chi si ferma è perduto”.

La frase di Mussolini usata dal Salvini proprio nel giorno della Festa della Repubblica

“Ma proprio il giorno della Festa della Repubblica Salvini doveva utilizzare una delle frasi più famose di Benito Mussolini? Ma il segretario della Lega c’è o ci fa?”, ha commentato il segretario di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni. Un’espressione che Salvini ha usato diverse volte in passato, come si evince da questo storico di ricerche su Twitter.

In giornata il segretario del Carroccio ha parlato del suo viaggio a Mosca: “La Lega è assolutamente compatta, qualcuno ha detto che non era informato perché alcune scelte le prendo io, mi faccio assolutamente carico delle mie responsabilità, onori e oneri. La pace merita qualsiasi tipo di incontro, di cui tutti sapevano, l’ho dichiarato non so quante decine di volte che stavo incontrando, stavo lavorando, non sostituendomi a nessuno ma aiutando qualcuno”. Ha poi aggiunto: “Il ministro degli Esteri russo Sergej Lavrov non l’ho sentito, dovevo incontrarlo, sarebbe stata e spero sia un’occasione importante. Dialogare con la Russia e chiedere il cessate il fuoco non è un diritto, è un dovere. Spero che il Governo abbia come obiettivo la pace, il cessate il fuoco, la riapertura del dialogo”.