Sport

Maria Sole Ferrieri Caputi riscrive la storia: domenica dirigerà la prima partita in Serie A

neXt quotidiano|

maria sole ferrieri caputi arbitra cagliari

L’antipasto era arrivato nel dicembre dello scorso anno, quando fu chiamata a dirigere – la prima donna nella storia del calcio italiano – la partita di Coppa Italia tra Cagliari e Cittadella. Poi l’annuncio, da parte dell’AIA, del suo inserimento all’interno dell’elenco degli arbitri che ruotano tra Serie A e Serie B a cui è seguita la sua scelta come “quarto ufficiale” per la gara tra Monza e Udinese giocata lo scorso 26 agosto. Una lunga rincorsa ad abbattere i classici cliché del mondo del calcio (soprattutto italiano) che vedrà la sua consacrazione domenica pomeriggio al Mapei Stadium. Perché Maria Sole Ferrieri Caputi è stata designata per dirigere il match delle 15 tra Sassuolo e Salernitana.

Ferrieri Caputi farà il suo esordio in Serie A domenica

La designazione ufficiale è arrivata nelle ultime ore e la scelta di Gianluca Rocchi è ricaduta proprio su colei la quale diventerà la prima arbitra (anche se lei preferisce utilizzare il sostantivo al maschile, come dichiarato in una recente intervista, proprio per evitare strumentalizzazioni e percezioni classiche di quei cliché che invadono il mondo del pallone italiano) a dirigere un match di Serie A. Una rivoluzione in attesa che anche tutto ciò diventi normalità. Perché la sua designazione diventa notizia in quanto rappresenta – almeno per il momento – un unicum nella storia del massimo campionato di calcio italiano.

Come ricorda il giornalista Giuseppe Pastore, il nome della 31enne livornese si aggiunge a quelli di altre donne europee che – ormai diversi anni fa – hanno diretto la loro prima gara ufficiale in uno dei 5 principali campionati europei. La prima fu Bibiana Steinhaus che diresse Herta Berlino-Werder Brema nell’ormai lontanissimo settembre del 2017. Poi toccò a Stéphanie Frappart in Francia, nell’aprile del 2019.