La macchina del funky

Maria Elena Boschi fa sapere che ha conservato molti sms…

maria elena boschi giuseppe vegas

Nell’intervista rilasciata oggi a Barbara Jerkov sul Messaggero, Maria Elena Boschi pronuncia una serie di frasi piuttosto sibilline riguardo sms che avrebbe ricevuto non solo da Vegas, come si era detto, ma anche da altri esponenti del mondo del credito e del giornalismo. Nel colloquio con il Messaggero, MEB fa anche sapere di essere pronta a venire a testimoniare in Commissione Banche dopo l’uscita di Giuseppe Vegas che l’ha riportata al centro dei riflettori e la notizia di un suo colloquio con il vicedirettore generale di Bankitalia Fabio Panetta, che lei conferma durante il colloquio:

Vegas ha parlato di un suo interessamento diretto per Etruria.
«I ricordi di Vegas mi sono sembrati stranamente selettivi. Chi ha seguito la sua audizione potrebbe stupirsi davanti a certi “Non ricordo” anche su episodi molto recenti. Ma è stupefacente che l’azione del capo della Consob di questi sette anni faccia notizia per il pranzo che mi ha offerto al ristorante a Milano e non per tutto il resto. Sette anni alla Consob e quali anni: di tutto pare restare soltanto qualche incontro con la Boschi. Chissà perché…».

pier luigi boschi maria elena boschi

Lei ha detto di avere degli sms in cui Vegas le proponeva di incontrarsi in orari e luoghi, come dire, poco istituzionali. Come mai li ha conservati tutto questo tempo? E cosa pensò, all’epoca di questo tipo di invito?
«Non cancello spesso gli sms. Ne ho quindi molti in memoria, anche con altri esponenti del mondo del credito e del giornalismo. Non solo quelli con Vegas. Dal momento che mi sembrò insolita la richiesta di vederci a casa sua alle 8 del mattino, chiesi che l’incontro si svolgesse al ministero o in Consob. Non sta a me dire perché Vegas lo propose, certo io non accettai. Quanto alla serietà istituzionale di Vegas ricordo che già indicato come capo dell’Autorità di vigilanza partecipò al voto di fiducia al governo Berlusconi. E non aggiungo altro».

maria elena boschi gif
Insomma, quando il gioco si fa duro l’archivio sms entra in gioco. Chi ha orecchie per intendere, intenda.

Leggi sull’argomento: Tutta la storia del caso Boschi-Vegas