Economia

La mappa delle aree di trasbordo per i rifiuti di Roma

roghi rifiuti roma

Alla fine saranno 12 le aree di trasbordo per i rifiuti di Roma, che accoglieranno le 2.902 tonnellate di scarti da gestire a cadenza quotidiana. Ma per adesso ne è operativa soltanto una, la stazione di Saxa Rubra, nel XV Municipio. Un impianto leggero con una rampa per il trasbordo dei rifiuti dai camioncini ai tir destinati a portarli fuori Roma. Un’operazione, avviata tra le proteste dei residenti e dei lavoratori Rai, che andrà avanti per sei mesi e consentirà ad Ama di preparare al trasferimento oltre Gra fino a 300 tonnellate al giorno.

A breve però tutto cambierà. Cento tonnellate verranno smistate a Labaro, in via delle Galline Bianche, dove i residenti delle case popolari sono già sul piede di guerra. Altre 150 tonnellate, questa volta ben lontano dalle abitazioni, finiranno in uno slargo a lato del Raccordo all’altezza dello svincolo dell’A1, in un’area di proprietà dell’Anas. A Roma Est le stazioni saranno cinque, compreso il piazzale del Tmb di Rocca Cencia. A Ponte Mammolo, nel IV Municipio, troveranno spazio 50 tonnellate al giorno. Mentre nel V, in piazzale Pino Pascali, ne finiranno 75. È il turno del VI Municipio: a Torrenova, in via Sandro Penna, sarà realizzato un piccolo centro per il trasbordo di altre 75 tonnellate di immondizia indifferenziata. Bis in viale Luigi Schiavonetti per lo stesso quantitativo.

mappa aree rifiuti roma
La mappa delle aree di trasbordo dei rifiuti di Roma (La Repubblica Roma 10 luglio 2019)

Poi c’è il IX Municipio con l’area per il trasbordo di Tor di Valle. Lì, proprio dove dovrebbe essere realizzato il nuovo stadio della Roma, verranno spostate ogni giorno 52 tonnellate di rifiuti. Altre 50, invece, finiranno a Tor de’ Cenci. Poi c’è Rida: ad Aprilia il Campidoglio prevede di stoccare quotidianamente 125 tonnellate. Chiusura nel quadrante Ovest, dove restano le 1.250 tonnellate delle due linee di trattamento meccanico biologico di Malagrotta. Sempre che la manutenzione degli impianti, che sembrerebbe aver avuto qualche intoppo, finisca per tempo.

In ogni caso, a dare un mano saranno il XIII e il XIV Municipio. Nel primo, con la consueta promessa di non far toccare terra nemmeno a un grammo di spazzatura, saranno trasbordate 75 tonnellate al dì in via Giuseppe Piolti de’ Bianchi. Zona delicata, residence Bastogi. Stessa quantità nella seconda circoscrizione, in via Sebastiano Vinci, tra il vecchio manicomio Santa Maria della Pietà e la stazione di Monte Mario. Nonostante siano le zone che producono più rifiuti, rispettivamente 395 e 229 tonnellate al giorno, nessun impianto verrà realizzato in centro storico o al II Municipio.

Leggi anche: Le ecoballe di Travaglio sull’emergenza rifiuti a Roma