Opinioni

Magda Piacentini: la prima no-vax condannata per disinformazione sui vaccini

Si chiama Magda Piacentini ed è la prima condannata per “procurato allarme” a causa di una serie di cartelloni che contenevano notizie false sui vaccini. Quattrocento euro di multa comminati dalla giudice Paola Losalvio, gip di Modena, nei confronti della donna che aveva commissionato i manifesti sei metri per tre che erano stati affissi a Modena con la scritta: “Non speculate sui bambini, vogliamo la verità sui vaccini: 21.658 danneggiati nel triennio 2014-16 secondo i dati Aifa”.

MAGDA PIACENTINI VACCINI

I dati, racconta oggi Repubblica Bologna, erano stati riportati dalle associazioni “Riprendiamoci il pianeta-Movimento di resistenza umana” e “Genitori del No Emilia Romagna”, e attribuiti come fonte all’Agenzia Italiana del Farmaco, ma erano sbagliati: i numeri si riferivano al totale di segnalazioni sospette e non certo ai bambini che avevano subito dei danni. L’indagine del procuratore Lucia Musti e dalla pm Claudia Ferretti è scattata dopo un esposto del professor Vittorio Manes per conto della Ausl Modena.

magda piacentini

Magda Piacentini è un’insegnante in pensione e vive a Montefiorino. In quei mesi di febbraio, a ridosso del voto per le elezioni politiche, le iniziative di free e no-vax si moltiplicarono, anche a causa del flop della lista elettorale antivax che doveva essere presentata alle elezioni ma poi non è riuscita a raccogliere nella gran parte dei casi le firme. I manifesti servivano a portare l’argomento vaccini in campagna elettorale, sperando che le forze politiche promettessero l’abolizione dell’odiato DL Lorenzin in cambio del voto. Una strategia perfettamente riuscita. Tra parentesi, Riprendiamoci il Pianeta Lazio è l’associazione invitata dal consigliere M5S Davide Barillari a un tavolo per scrivere una nuova legge sui vaccini. Su Youtube è invece disponibile un video che risale a qualche anno fa in cui la stessa Magda Piacentini parla di scie chimiche:

All’epoca dei fatti l’associazione Riprendiamoci il Pianeta! pubblicò sul suo sito un comunicato di scuse:

Noi di Riprendiamoci il Pianeta, assieme ai Genitori del No Emilia Romagna abbiamo fatto dei manifesti 6×3 esposti a Modena.

Ci siamo resi conto di avere scritto una inesattezza nel nostro manifesto che stiamo correggendo, non si tratta infatti di 21.658 danneggiati da vaccino, ma di 21.658 segnalazioni di sospette reazioni avverse.

Leggi sull’argomento: L’epidemia di cartelloni free-vax pre-elettorali