La macchina del funky

«Se il M5S si allea con Salvini me ne vado»

girolamo pisano

Girolamo Pisano, deputato del MoVimento 5 Stelle già noto per gli ascensori, rilascia oggi un’intervista ad Annalisa Cuzzocrea di Repubblica dalla quale sembra trasparire la genuina voglia di farsi cacciare. Pisano infatti critica la linea del blog e di Virginia Raggi sui migranti ma dice anche cose piuttosto definitive su Di Maio premier:

Ha letto il blog, state inseguendo la Lega?
«Finora sono solo chiacchiere, propaganda. Ma temo che presto si passerà all’azione, che le parole si trasformino in provvedimenti. E a quel punto io me ne andrò».
Lascerebbe il Movimento?
«Magari arriveranno persone più docili di me. Qui si sta già pensando alle prossime politiche».
In che senso?
«Tutto porta a pensare che si andrà con un sistema proporzionale. Se vuoi governare, ti devi alleare. Con chi? La risposta è quasi naturale, è chiaro da tempo che pensano a Salvini».


Già che c’è, Pisano critica la scelta di andare da solo alle comunali ma lo fa con argomenti curiosi, visto che sostiene che sarebbe una buona idea non allearsi con liste civiche radicate sul territorio, ma con liste civetta: «Le liste collegate servono. Tu puoi correre col simbolo e poi con gli “amici di Grillo”, “gli amici di Rousseau”. Senza ‘sta fissa di fare i puri e poi perdere sempre». Infine gliele canta a Di Maio:

Di Maio ha detto al Fatto che la regola dei due mandati non si tocca.
«Non penso sarà lui il candidato premier. È troppo inesperto. Le persone mi chiedono: “Possiamo dare il Paese a un ragazzino?”».
Pensa che sarà spinto a un passo indietro?
«Ma che passi indietro, da noi arrivano solo i calci nel sedere. Se Grillo mette un Davigo, una personalità del genere, Di Maio che fa? Esegue».