Opinioni

Lulic e Rudiger che vendeva calzini a Stoccarda

Il giocatore della Lazio Senad Lulic ha dimostrato clamorosa intelligenza insultando l’avversario Antonio Rudiger in diretta tv su Mediaset Premium: «Rudiger? Non lo so, anni fa a Stoccarda vendeva cinture e calzini e ora fa il fenomeno. Ma la colpa non è sua, ma di chi gli sta incontro e di lo ha fatto diventare un ragazzo maleducato», ha detto Lulic. Il derby si è concluso oggi pomeriggio con la vittoria della Roma per 2 a 0 (reti di Strootman e Nainggolan).
lulic rudiger
Rudiger prima del derby aveva rilasciato alcune dichiarazioni al Tempo a proposito degli avversari: “Non conosco il club, tantomeno il loro allenatore, sicuramente saranno molto motivati, è una partita importante per entrambi. E’ un derby con una grande storia, ma non mi preoccupo e non guardo in casa della Lazio, preferisco concentrarmi sul nostro obiettivo: vincere e basta”. E poi: “Mi devono ammazzare per fermarmi, non è nella mia natura, io voglio sempre vincere. Cosa deve fare la Lazio per impedirmelo? La stessa cosa, uccidermi”. Il giocatore ha festeggiato molto oggi all’Olimpico dopo la vittoria:


L’intero dialogo tra Lulic e il giornalista di Mediaset è stato riportato da Roma 24:

Cosa è andato storto nella ripresa?
Nel primo tempo ci è mancata il gol, la partita sarebbe diventata diversa. Quei 2 errori erano evitabili. Abbiamo perso la partita lì, tutto qua
Una sconfitta che vi ridimensiona?
Ma no, il campionato è lungo, abbiamo perso una partita dopo 9 risultati consecutivi. Abbassando la testa non si va avanti, dobbiamo andare avanti.
La provocazione di Ruediger?
Non lo so, anni fa a Stoccarda vendeva cinture e calzini e ora fa il fenomeno. Ma la colpa non è sua, ma di chi gli sta incontro e di lo ha fatto diventare un ragazzo maleducato
Ma con la sua uscita non rischia di alimentare ulteriori tensioni?
Ho detto quello che penso, tutto qua. Pensiamo al nostro lavoro, alla fine faremo i conti. Ci alzeremo e guardiamo avanti, dobbiamo smettere di fare errori del genere.

EDIT: La Lazio si scusa con Rudiger:

“La società si duole per come sono state interpretate le parole di Lulic, si è trattato di una espressione a caldo dopo un derby perso e che ha fatto male ai giocatori”, si tratta di “una polemica andata oltre le righe”. Sono le scuse della Lazio da parte del responsabile della comunicazione, Arturo Diaconale

La Lazio si è scusata a nome del club e di Lulic per le parole del calciatore bosniaco sul giallorosso Ruediger, ma in zona mista il giocatore, a precisa domanda dei cronisti, non ha voluto chiedere scusa e ha glissato così: “Chiedere scusa? No, lasciamo stare. Se è una frase razzista? No, anche noi bianchi, tutti vendiamo calzini”.