Attualità

Luca Sacchi, non ci sono contatti tra gli spacciatori e Anastasyia Kylemnyk

luca sacchi droga omicidio paolo pirino valerio del grosso

Da una prima analisi dei tabulati telefonici non risultano contatti diretti e recenti tra Valerio Del Grosso, Paolo Pirino, i loro pusher “mediatori” e il gruppo di Luca Sacchi e Anastasia. I pm della procura di Roma stanno analizzando il lavoro svolto dai carabinieri su cinque utenze telefoniche e dalle prime risultanze non ci sarebbero contatti tra i soggetti coinvolti nella tentata rapina avvenuta il 23 ottobre durante la quale Sacchi è stato raggiunto da un colpo di pistola alla testa sparato da Del Grosso.

Luca Sacchi, non ci sono contatti tra gli spacciatori e Anastasyia Kylemnik

Il fatto è importante perché finora si era ragionato attorno all’ipotesi, suffragata da alcune delle testimonianze rese agli inquirenti, che ci fosse un accordo per la cessione di droga, marijuana o cocaina a seconda delle diverse versione, e tanti soldi nello zaino che però non sono mai stati ritrovati. Gli inquirenti affermano però che serviranno altri giorni per ulteriori verifiche, anche allargando il campo d’azione su altre utenze venute in contatto con i telefoni su cui si sta lavorando. Non è escluso infatti che le comunicazioni potrebbero essere avvenute tramite chat “schermate” o semplicemente a livello verbale.

Questo non esclude quindi che fra i due gruppi possano esserci stati contatti attraverso sistemi di messaggistica e chat ‘schermate’, che si cancellano automaticamente come Telegram o Whatsapp. Il pm Nadia Plastina è in attesa di ricevere il resto dei tabulati. Anastasyia non è andata oggi alle esequie di Sacchi, che si sono svolte nella Chiesa del Santissimo nome di Maria nel quartiere Appio a Roma.

Leggi anche: La differenza tra il Tg2 su Salvini a Ostia e la realtà (che il servizio pubblico non racconta)