Opinioni

Luca Pirondini contro Marika Cassimatis: il M5S sceglie il candidato sindaco a Genova

Luca Pirondini contro Marika Cassimatis. Il Movimento 5 Stelle di Genova va al ballottaggio per decidere il candidato sindaco alle prossime elezioni amministrative di giugno nel capoluogo ligure. La comunicazione attesa già ieri, è arrivata questa mattina sul blog di Beppe Grillo. Attraverso il regolamento previsto dal “Metodo Genova”, sono stati solo due gli aspiranti sindaco passati attraverso le “graticole” ad aver ottenuto almeno 27 preferenze da parte dei candidati consiglieri e presidenti Municipio necessari per proseguire la lotta verso l’investitura finale. Le votazioni online avranno luogo oggi dalle 10 alle 19.
luca pirondini
Luca Pirondini è il candidato preferito di Alice Salvatore. Lui è attivista e maestro di musica al Carlo Felice oltre che rappresentante di commercio. La sua ascesa nel MoVimento cittadino è stata osteggiata dai vecchi consiglieri eletti a Genova e in Regione, che recentemente hanno rumorosamente abbandonato il M5S sbattendo la porta e contestando la leadership della Salvatore nella diaspora che ha portato un centinaio di attivisti ad abbandonare il MoVimento nel capoluogo ligure.
Dietro l’addio c’è l’atteggiamento della Salvatore, che a molti attivisti è sembrata sempre più determinata a imporre il suo candidato.  E non possono che tornare a mente proprio le parole di Putti sul tema: «Ero entrato qui perché mi avevano detto che non importava quanti voti prendevamo, ma dovevamo rendere la gente consapevole. Se domani un venditore più bravo di me gli vende una roba che non mi piace, cosa faccio? E io non voglio allevare consumatori di voti, non mi interessa. Questa è la grave difficoltà che io ho avuto col MoVimento». «Io ho degli amici, una famiglia, un lavoro: posso permettermi di scegliere. Se scelgo il MoVimento è perché mi piace, non perché mi piace il potere. A me non interessa sostituire un potere di qualcuno con un potere inconsapevole di molti»
marika cassimatis
Marika Cassimatis invece è insegnante ed era stata anche candidata in Regione Liguria. La Cassimatis è stata spesso critica contro il nuovo gruppo dei grillini genovesi emergenti che fanno capo a Alice Salvatore e Marco De Ferrari e l’anno scorso aveva suscitato polemiche rivelando che i 5 Stelle eletti in Regione non avevano ancora versato la parte dello stipendio che si erano impegnati a versare durante la campagna elettorale.
luca pirondini 1
E infatti oggi proprio Pirondini, parlando di lei, la apostrofa così: «Oggi siamo chiamati a fare una scelta netta, di campo. Stare con chi crede fortemente, da sempre, nel MoVimento 5 Stelle o con chi fino a qualche giorno fa faceva comunella con “i voltagabbana” che hanno usato il MoVimento per darsi visibilità e poi creare altre liste». Il riferimento, chiarissimo, è a Effetto Genova, il gruppo creato dai fuoriusciti dal M5S in Comune sulle orme di Pizzarotti. Inutile dire chi è il favorito, insomma.
EDIT: Si sono concluse alle 19 le votazioni online per il candidato sindaco del M5S a Genova. Con 362 preferenze Marika Cassimatis, 53 anni, docente laureata in Geografia, ha battuto al ballottaggio Luca Pirondini, che ha conquistato 338 preferenze. Hanno partecipato alla votazione 700 iscritti certificati, secondo quanto riporta il blog di Beppe Grillo.

Leggi sull’argomento: Cosa succede nel MoVimento 5 Stelle Liguria?