Opinioni

«La lobby gay conquista gli asili di Roma»

Costanza Signorelli lancia l’allarme su Bussola Quotidiana: le vignette che vedete riprodotte qui sotto fanno parte di un racconto per bambini, Piccola storia di una famiglia, casa editrice Stampatello, che “fa parte del progetto educativo” di un asilo comunale romano, il Castello Incantato in zona Bufalotta. La denuncia è del Comitatoarticolo26, come dice nell’articolo l’autrice, che spiega in che modo tutto ciò come farebbe parte del progetto educativo della lobby gay: “Una lista di libri come questo è affissa bacheca del nido in questione con il titolo: «Vogliamo leggerli ai nostri “bambini” (scritto in rosa, ndr) e “bambine” (scritto in azzuro, ndr), chi ce li regala?»”. Insomma, tutto lo scandalo della lobby gay che Bussola Quotidiana sta segnalando nasce da una lista della spesa di libri affissa in una bacheca di un asilo a Roma. Ora, voi vi renderete ben conto di una cosa: una lobby è una cosa seria. Possibile che questi non abbiano nemmeno i soldi per comprarsi i libri? Una volta i complotti arrivavano in orario.

lobby gay asili roma
Ilracconto “Piccola storia di una famiglia”

N. B.: L’asilo Castello Incantato in via della Bufalotta 395 fa parte dell’elenco degli asili comunali in questa lista tratta dal Comune di Roma.
Leggi sull’argomento: Omofollia in un asilo di Roma Nord