Economia

L’ISEE precompilato e i problemi dei maggiorenni in famiglia

dichiarazioni isee

Italia Oggi spiega nell’edizione odierna che per l’accesso all’ISEE precompilato le famiglie possono avere problemi se hanno figli maggiorenni in famiglia: per l’accesso occorre premunirsi della loro delega e indicare, per ognuno di loro, il codice fiscale e il numero di tessera sanitaria con relativa data di scadenza. E non è tutto; fatto ciò, occorre poi affrontare la lotteria del doppio riscontro per ciascuno di loro: il primo di reddito, indicando un dato del modello 730 o Redditi di due anni precedenti; il secondo di patrimonio mobiliare, indicando il saldo al 31 dicembre di due anni precedenti di uno dei depositi o c/c. Se tutto corrisponde, si accede alla pre-compilata: una Dsu parzialmente preconfezionata con i dati di Inps, agenzia entrate, catasto e dei rapporti finanziari (saldi e giacenze medie).

La Dsu precompilata è l’attesa novità di quest’anno. In teoria dovrebbe già essere disponibile per i cittadini, online, sul sito dell’Inps, potendovi accedere o direttamente o tramite Caf delegato. Ci sarà un periodo di sperimentazione, spiega l’Inps (non si sa però, da quando) durante il quale sarà resa accessibile solo ai nuclei familiari con una Dsu in modalità web sul sito web dell’Inps. Resta ferma, comunque, la possibilità, a scelta del dichiarante, di fare la Dsu nella modalità già in uso, cioè non precompilata.

isee dsu figli maggiorenni
ISEE, la DSU e i figli maggiorenni (Italia Oggi, 15 gennaio 2020)

Per l’accesso alla Dsu precompilata direttamente da parte del cittadino, online, occorre prima di tutto dichiarare di aver acquisito le delega degli altri componenti della famiglia maggiorenni e indicare, per ognuno di loro, codice fi scale, numero di tessera sanitaria e data di scadenza (dati verificati dall’Inps). Fatto l’accesso, si avvia il processo di precompilazione della Dsu.

Leggi anche: Cuneo fiscale, a rischio i redditi bassi