Economia

L’ennesimo emendamento salva-Alitalia

alitalia

Un emendamento salva-Alitalia è allo studio da parte del governo. L’esecutivo si muove attorno ai 400 milioni che doveva garantire al vettore nazionale per la sua sopravvivenza in attesa delle mosse della cordata che doveva salvarlo. Nel frattempo la cordata si è sciolta ma il problema rimane. Scrive il Sole 24 Ore:

La compagnia dovrebbe esaurire la liquidità entro poche settimane e rischierebbe di mettere gli aerei a terra. Come capitò il 2 ottobre 2001 a Swissair, che poi fu comprata da Lufthansa. I 400 milioni sono già stanziati nel decreto fiscale. Ma la norma (articolo 54) è finalizzata a concedere un finanziamento di sei mesi «per consentire di pervenire al trasferimento dei complessi aziendali» di Alitalia e della controllata Alitalia Cityliner. Poiché è caduta l’unica offerta, quella della cordata Fs-Delta-Mef, in seguito al ritiro di Atlantia, la cessione è tramontata.

Il governo intende modificare la «finalità» dei 400 milioni con un’altra formula. Secondo il decreto il finanziamento «è concesso, nell’anno 2019, in favore delle stesse società in amministrazione straordinaria, per le loro indilazionabili esigenze gestionali». Uno dei relatori, Gian Maria Fragomeli (Pd), ieri ha fatto riferimento a un emedamento per i 400 milioni di Alitalia da presentare domani sera, alla ripresa dell’esame del decreto in commissione Finanze.

alitalia commissari efromovich
Alitalia, Delta, Lufthansa: il confronto (Il Messaggero, 28 novembre 2019)

Su cosa fare di Alitalia le idee restano confuse. Ad alcuni Cinquestelle ed esponenti del Pd piace Lufthansa come partner. I tedeschi avevano proposto un piano già nell’aprile 2018 con 5-6.000 esuberi, poi ripresentato e già definito «inaccettabile» dal ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli. Lufthansa, che in agosto è entrata in contatto con Atlantia e con l’ex a.d. Giovanni Castelluci per un piano alternativo a quello Fs-Delta, ha continuato a fare pressing con il nuovo governo, trovando orecchie più attente. I tedeschi hanno anche l’appoggio dei piloti Anpac e Anp, hanno promesso di reimpiegare nelle loro compagnie i piloti in esubero. Patuanelli due giorni fa ha ricevuto l’a.d. di Lufthansa, Carsten Spohr. «Ieri ho incontrato l’a.d. di Lufthansa. C’è un interesse commerciale ma al momento non per l’equity», ha detto Patuanelli ieri a Brescia. Il ministro ha aggiunto che «continua ad esserci un interesse di Delta».

Leggi anche: Quanto vale Fabio Fazio