Opinioni

La rissa tra Zingaretti e Raggi sull'emergenza rifiuti a Roma

Virginia Raggi è andata all’attacco della Regione Lazio sull’emergenza rifiuti a Roma. La sindaca ha pubblicato un post su Facebook attaccando frontalmente Nicola Zingaretti e addossando a via della Pisana la responsabilità per il mancato smaltimento dell’umido.
virginia raggi nicola zingaretti

Roma Capitale raccoglie i rifiuti e li trasferisce negli impianti di trattamento Tmb. Da qui, non possono partire i camion di rifiuti trattati perché la Regione non ha previsto impianti sufficienti e, addirittura, non autorizza l’incremento della capienza di quelli esistenti.
Non lo diciamo noi ma il Governo: l’impiantistica del Lazio è sottodimensionata. E, inoltre, dal 2012 la Regione Lazio non ha ancora adottato un nuovo Piano Rifiuti Regionale, né ha approvato la tariffa per lo smaltimento.
Noi i rifiuti li raccogliamo ma non ci permettono di portarli via dalle strade. Renzi dove immagina di portarli? Magari farebbe bene a trasferirli davanti al palazzo della Regione. Piuttosto, intervenga sui suoi uomini e svegli il Pd del Lazio dal torpore nel quale si trova.

Nicola Zingaretti replica su Facebook: «Facciamo chiarezza, gli impianti di trattamento sono competenza del Comune. La Regione ha il compito di autorizzare gli impianti che il Comune propone. Finora nessuna proposta».
nicola zingaretti virginia raggi
La Regione Lazio, in una card diffusa sui social, risponde punto su punto precisando che “l’impiantistica è competenza del comune e la Regione ha solo il compito di autorizzare gli impianti proposti dal Comune di Roma, i cassonetti del comune di Roma sono pieni perché gli impianti di trattamento del comune faticano a gestire la situazione e per evitare un’emergenza la Regione Lazio ha autorizzato Roma a smaltire i suoi rifiuti in tutti gli impianti del Lazio, in Abruzzo e in Austria”. E ancora, “la Regione ha competenza solo sulle autorizzazioni ma non sulla costruzione di nuovi impianti e inoltre, il Comune non ha mai fatto nessuna proposta alla Regione”. «Raggi e il Comune di Roma non hanno voluto l’autorizzazione all’ecodistretto di Rocca Cencia, un sito destinato allo smaltimento di rifiuti organici, quando la Regione Lazio stava per autorizzarlo, al grido: “non servono impianti”», conferma l’assessore ai rifiuti della Regione Lazio Mauro Buschini.