Opinioni

La povera Ombretta Colli che prende appena 3470 euro di vitalizio

Giancarlo Perna su Libero di oggi ci racconta che Ombretta Colli, poveretta, per campare si deve oggi accontentare di appena 3470 euro NETTI di vitalizio:

Lei è stata di tutto: deputato, parlamentare Ue, presidente della Provincia di Milano, tre volte senatrice. Mai però al governo.
«Ogni volta che Berlusconi era premier, avevo già un altro incarico. Mi sembrava disdicevole lasciarlo per il governo, tradendo gli elettori».
Qui la volevo. Lasciò tanto l’Ue perla Provincia di Milano,quanto il Senato per occuparsi di Pari Opportunità alla Regione Lombardia. Altro che rispetto degli elettori! (reclina il capo in segno di ammissione e assume un aspetto serafico)
«Mi sentivo più utile amministrando. In Senato non si decide e si lascia tutto a metà. Quando sono potuta tornare a Milano ho detto: “Che bello, finalmente” E ho lasciato i seggi che avevo».

ombretta colli

Fu notato che lasciò solo quando è scattata la sua pensione di senatrice.
«Lei pensa che io sia arrivata a questo punto della mia vita per scandirla sulla pensione di senatore? Le faccio vedere quant’è»
(Si alza e fruga nei cassetti per mostrarmi, busta alla mano, che si tratta diun’inezia. Non la trova. Si risiede e riparlo io) Lo dica a voce, ci credo senz’altro.
«3470 euro mensili».
Lordi?
«Netti».

Che vita di stenti e privazioni.