Politica

La lapidaria risposta di Giorgia Meloni al "pizzino" di Berlusconi

Maria Teresa Mura|

La Russa Berlusconi

«1 Supponente, 2 prepotente, 3 arrogante, 4 offensiva»: ieri tutti hanno sentito parlare, letto e visto cosa pensa Silvio Berlusconi di Giorgia Meloni. Gli appunti del leader di Forza Italia in cui la presidente del Consiglio in pectore viene definita «una con cui non si può andare d’accordo» sono stati immortalati in una foto diventata famosa dopo la pubblicazione su Repubblica. E ieri sera lei ha risposto ai giudizi dell’ex Cavaliere.

La lapidaria risposta di Giorgia Meloni al “pizzino” di Berlusconi

Come replica alle considerazioni espresse da Silvio Berlusconi su di lei, etichettata anche come una persona che non ha «disponibilità ai cambiamenti» ieri Giorgia Meloni lasciando Montecitorio ha risposto ai giornalisti: “A quell’elenco mancava un punto, che non sono ricattabile”.

A difesa di Meloni è poi intervenuto su Twitter anche Crosetto che ha scritto: «Quando qualcuno non ha null’altro da difendere se non la propria dignità, è più forte di chiunque altro». Ancora prima era intervenuto il neo presidente del Senato La Russa chiedendo una smentita a B. : «Dichiari quello di cui io sono quasi certo, che è un fake, però deve dichiararlo lui, non posso dirlo io». Del resto la laconica risposta di Giorgia Meloni rispecchia quanto già affermato ieri secondo quanto scrive in un retroscena Il Corriere della Sera: “Io vado avanti sulla mia strada, non mi faccio piegare, non mi faccio imporre nulla. So quello che devo fare e come farlo, nei prossimi terribili mesi che ci aspettano, e sarà decisivo iniziare bene se vogliamo durare. Ma posso farlo solo con una squadra coesa, di gente capace, su cui posso contare e di cui posso fidarmi. Altrimenti inutile anche solo cominciare”. Secondo il quotidiano di via Solferino la leader di Fratelli d’Italia non è riuscita a passare sopra le parole di Berlusconi senza arrabbiarsi. Sarebbe infatti “furiosa”.