Economia

La Flat tax per le partite IVA a 65mila euro

Il Sole 24 Ore racconta oggi che il governo sta preparando un decreto fiscale per liberare risorse finanziarie in vista della Legge di Bilancio. La parte più interessante della questione è però che la soglia dei ricavi per applicare la flat tax alle Partite IVA potrebbe arrivare a 65mila euro:

Il decreto potrebbe ospitare anche misure in scadenza che richiedono interventi d’urgenza anche prima dell’avvio della sessione di bilancio in Parlamento. Sul tavolo, ad esempio, c’è il disinnesco della clausola di salvaguardia inserita nel 2014, che a fine novembre rischia di far aumentare il prezzo della benzina e del gasolio prevedendo l’aumento delle accise sui carburanti in grado di garantire non meno di 140 milioni già per il 2018 (si veda Il Sole 24 Ore di sabato scorso). C’è anche la questione Alitalia, con la probabile proroga per la procedura di vendita (si parla di un mese e mezzo rispetto alla scadenza del 31 ottobre).

flat tax partite iva
Le partite IVA oggi (Il Sole 24 Ore, 19 giugno 2018)

Cambio in corsa sul 15% per le partite Iva: la soglia dei ricavi si fermerebbe a 65mila euro. L’idea di portare il tetto a 100mila euro aumentando del 5% il prelievo solo sulla parte incrementale dei ricavi al momento sarebbe stata accantonata in attesa del via libera di Bruxelles. Sulla pace fiscale i confini sono ancora tutti da definire. I punti certi sono una stretta sulle sanzioni per reati tributari e la definizione delle liti pendenti con uno sconto variabile sulla pretesa erariale a seconda del grado della lite.

Leggi sull’argomento: Chi ci guadagna (davvero) con la flat tax per le partite IVA