Opinioni

Jesus si è fermato a Turin

Da qualche giorno sta girando per le vie di Torino travestito da Gesù, e sta riscuotendo un grande successo! Si tratta di un montatore disoccupato che ha aperto anche una pagina su Facebook (Jesus in Turin) per raccontare la sua evangelizzazione (si fa per dire). E lì ci fa sapere anche cosa succede quando arriva la polizia:

“Ero seduto per terra nel centro di Piazza Castello, di fronte a me un gruppo che suona e un ragazzo africano con una voce divina. Alcuni si siedono ad ascoltare con noi. Di fianco a me, con i fari puntati e il motore acceso, una macchina della polizia e tre agenti fuori a parlare. Mi alzo e vado da loro, chiedendo pacificamente qual’è il motivo per cui lasciano il motore acceso a pochi metri dal concerto che volevamo ascoltare. “Questa domanda non sta né in cielo ne in terra!” Dice uno dei tre, arrabbiandosi per l’affronto. “Documenti.”mi chiede. Nel frattempo parlo agli altri due agenti dicendogli che gli sto solo chiedendo una cosa, come si fa con le persone e che molta gente non le vede come persone con la divisa indossata. I due, pacificati, mi rispondono: “È per motivi di sicurezza. Questo è un punto a rischio terrorismo e l’auto deve rimanere accesa pronta ad intervenire.” Li ringrazio e finito il controllo torno a sedermi. Loro salgono in macchina e vanno via.”

gesù torino

E’ il sesto giorno a Torino.
Mi trovo vicino al Duomo, abbraccio persone gratis.
La polizia mi controlla per la terza volta.
“Alcuni fedeli si sono lamentati” dicono “Noi dobbiamo intervenire capisci? Fai il bravo e stai lontano da questa zona… Eri già stato avvertito.”
“Ma quale legge sto violando?
“Quella del buon senso.”
“Ma non c’è buon senso in tutto ciò. Se vuoi posso abbracciarti”
“Se vuoi ti porto in questura.”

“Va bene.”
jesus turin