Fact checking

Italia agli italiani: la cosa ultranera con Forza Nuova, Fiamma Tricolore e i Fasci italiani del lavoro

forza nuova fiamma tricolore italia agli italiani fasci italiani del lavoro - 6

Alle prossime elezioni politiche gli elettori di destra avranno solo l’imbarazzo della scelta. I più moderati potranno votare la non certo inedita alleanza tra Fratelli d’Italia, Lega Nord e Forza Italia. I non conformi voteranno CasaPound mentre i nostalgici del fascismo troveranno conforto nel sapere che Forza Nuova e Fiamma Tricolore  hanno presentato un simbolo congiunto in tutte le circoscrizioni italiane per le politiche 2018. Ad affiancarli ci sarà anche il partito fondato da Claudio Negrini: i Fasci italiani del lavoro.

Il futuro è tornato! I fasci del lavoro alleati con i fascisti di Forza Nuova

La lista degli italiani che amano l’Italia «e non un “Paese” abitato da popolazioni provenienti da ogni parte del mondo in cui i minareti sostituiscano i campanili delle nostre chiese» ha come obiettivo la  ricostruzione nazionale e popolare, sociale e sovranista ed è il soggetto politico con cui Forza Nuova correrà alle elezioni del 4 marzo. I Fasci italiani del lavoro, forti del clamoroso successo (334 voti) che ha portato nel giugno scorso la figlia del fondatore Fiamma Negrini ad essere eletta al Consiglio comunale di Sermide e Felonica in provincia di Mantova, hanno risposto all’appello e sono ansiosi di dare il proprio contributo.
forza nuova fiamma tricolore italia agli italiani fasci italiani del lavoro - 1
Forza Nuova li definisce “patrioti di buona volontà” che fanno parte delle comunità nazionalpopolari che sono pronte a lottare spalla a spalla. Poco importa che Claudio Negrini. la figlia e tutti i fondatori dei Fasci italiani del lavoro siano attualmente sotto indagine per i reati di violazione della legge Scelba e della dodicesima disposizione finale della Costituzione che vieta la ricostituzione del partito fascista.
forza nuova fiamma tricolore italia agli italiani fasci italiani del lavoro - 4
Perché è cosa nota che i i Fasci Italiani del Lavoro siano un partito neofascista. È scritto nero su bianco sul sito dove gli aderenti al Movimento Fasci italiani del Lavoro negano «l’asserita estraneità e avversione maggioritaria del popolo italiano verso il regime politico denominato “fascista”». Insomma, se l’Italia repubblicana rifiuta il fascismo i Fasci Italiani del Lavoro si rifanno a quella repubblichina.

forza nuova fiamma tricolore italia agli italiani fasci italiani del lavoro - 6
La presentazione del simbolo della lista Italia agli italiani

Ad ogni buon conto per evitare problemi i fascisti di Forza Nuova non hanno inserito nel simbolo congiunto anche quello del partito dei Negrini. Anche perché molto probabilmente la commissione elettorale lo avrebbe rifiutato (resta ancora da capire come sia stato possibile che alle comunali di giugno il simbolo con il fascio invece sia stato accettato). In ogni caso cambia poco, Forza Nuova è un partito che si ispira al Ventennio tanto quanto i Fasci del lavoro, semplicemente non ne utilizzano il simbolo. I contenuti però sono più o meno gli stessi.

La delusione di chi sogna il Fronte Unico Nazionale

Non tutti i supporter dell’ultradestra però hanno accolto con gioia la nascita del listone di ultradestra. Orfano secondo molti del contributo che CasaPound poteva portare alla causa di chi si batte contro l’usurocrazia mondialista. Del resto l’essenza stessa dell’idea di Fascio è quella di stare tutti vicini vicini e marciare compatti.
forza nuova fiamma tricolore italia agli italiani fasci italiani del lavoro - 7
Qualcuno spiega che “a CasaPound è stata tesa infinite volte la mano” per un accordo elettorale ma non si è mai giunti ad un’intesa. Forse i camerati non conformi della tartaruga frecciata hanno scambiato la mano tesa per un semplice gesto di saluto. Sono inconvenienti che capitano.
forza nuova fiamma tricolore italia agli italiani fasci italiani del lavoro - 8
Nonostante la delusione c’è chi fa notare che CasaPound non ha “nulla in comune con le forze patriottiche” e che quindi non ci sarebbe potuto essere alcun accordo. Nel programma di CPI, spiega un entusiasta della cosa nera ci sono “punti che sono in perfetta antitesi con il buonsenso ed il bene del Paese a cui si riferisce. Non si può essere patriottici e favorire l’aborto, per esempio. È una contraddizione di termini”. Certo è curioso che ad un partito che qualche mese fa aveva organizzato per il 28 ottobre una rievocazione della marcia su Roma sia stato concesso di presentarsi alle elezioni.