Tecnologia

iOS 13.5: il complotto dell’aggiornamento software per iPhone

L’aggiornamento del software per iPhone appena rilasciato da Apple ha la possibilità di utilizzare il riconoscimento facciale anche se si indossa una mascherina. In più introduce l’API per le notifiche di esposizione per supportare le app delle autorità sanitarie pubbliche per il monitoraggio del contatto con COVID-19. E tutto questo non poteva che essere un complotto

aggiornamento software apple iphone

Anche oggi c’è un complotto e stavolta è talmente grosso che rimbalza da una parte all’altra dell’oceano partendo dagli USA e arrivando in Italia. Stavolta il colpevole è l’aggiornamento del software per iPhone appena rilasciato da Apple con una nuova caratteristica, ovvero la possibilità di utilizzare il riconoscimento facciale anche se si indossa una mascherina.

iOS 13.5: i complottari del riconoscimento facciale con la mascherina che avevano il riconoscimento facciale senza mascherina

Il diabolico marchingegno ha infatti subito risvegliato le menti più illuminate dei nostri tempi, che hanno ovviamente scoperto che c’è qualcosa sotto e lo hanno fatto leggendo la presentazione dell’aggiornamento. Non solo. Per i nostri investigatori di complotti c’è qualcosa che non va anche nelle funzioni per il tracciamento sanitario, ovvero le API relative a software come Immuni e simili.

aggiornamento software apple iphone 2

Ma andiamo con ordine: con il nuovo aggiornamento, recita la presentazione, Apple “rende più rapido l’accesso al campo di inserimento del codice sui dispositivi dotati di Face ID quando indossi una mascherina e introduce l’API per le notifiche di esposizione per supportare le app delle autorità sanitarie pubbliche per il monitoraggio del contatto con COVID-19”.
aggiornamento software apple iphone

Naturalmente tutte le informazioni sono “nascoste nei dettagli delle note” anche se in realtà tutto quello che scrivono i nostri è invece ben presente nelle prime righe di presentazione dell’aggiornamento (mannaggia, non li sanno proprio fare i complotti!). Si tratta di una “minaccia alla privacy dei cittadini”.

aggiornamento software apple iphone 1

Però, però. In primo luogo andrebbe quantomeno segnalato che al contrario di quello che si dice sul riconoscimento facciale la presenza della mascherina in effetti bloccava la funzione. E oggi, con l’aggiornamento, si salta semplicemente il passaggio andando direttamente alla possibilità di inserire il codice: cosa c’è di diverso rispetto a prima? Anche perché la funzione deve essere attivata dall’utente già in partenza per essere utilizzata: perché prima hai regalato la tua faccia ad Apple senza problemi e adesso non regalargliela diventa un problema? In secondo luogo la presenza delle interfacce di programmazione delle applicazioni (API) è inutile se non si scarica l’applicazione che dovrebbe permettere il tracciamento. E allora perché dovrebbe essere un problema l’aggiornamento del software con le API per le notifiche di esposizione se non si vuole scaricare l’app di tracciamento? In ultimo, va segnalato che si tratta di informazioni così nascoste che è pieno di articoli che lo spiegano e, udite udite, lo spiega perfino la descrizione dell’aggiornamento. E allora anche stavolta la domanda sorge spontanea: sono i complotti a essere stupidi o i complottisti?

Leggi anche: L’attacco dei no-vax alla pagina dei pediatri che dà l’ok alle mascherine