Fatti

Il tweet perfetto di Berlusconi che zittisce Salvini e Meloni su vaccini e Green Pass

Il Presidente di Forza Italia si pone dal lato opposto rispetto ai suoi alleati (?) su temi di strettissima attualità

Berlusconi

Nella sua vita da imprenditore e da politico, Silvio Berlusconi è sempre stato dialetticamente abile, quasi al limite della prosopopea logorroica. In questi giorni, però, il leader di Forza Italia è riuscito a sintetizzare perfettamente il suo pensiero (comune alla maggioranza silenziosa di milioni di italiani, zittiti da una minoranza chiassosa) su due temi di strettissima attualità: vaccini ed estensione del Green Pass. In pochissime parole, tramutate in un tweet, l’ex Presidente del Consiglio ha gridato a tutti il suo essere differente rispetto a Matteo Salvini e Giorgia Meloni, decidendo di non ammiccare (elettoralmente) a un universo da cui – invece – i suoi alleati di Centrodestra stanno attingendo a piene mani.

Berlusconi e la perfezione del suo tweet sui vaccini e Green pass

“Come se quella di non vaccinarsi fosse una scelta senza conseguenze sugli altri – ha scritto Silvio Berlusconi su Twitter, citando le parole pronunciate in un’intervista rilasciata a Il Corriere della Sera -. Fra i diritti tipicamente liberali c’è l’integrità della persona. Ho visto i ‘no-vax’ indossare la stella gialla per paragonarsi agli ebrei perseguitati dai nazisti: un paragone ridicolo e blasfemo.

Il tutto allegando un’immagine che, sullo sfondo, mostra alcuni manifestanti scesi nelle varie piazze italiane – a Roma c’è stata anche la presenza congiunta dei militanti di estrema destra di Forza Nuova – per protestare contro l’obbligo di vaccini (che al momento non esiste, se non per il personale sanitario) e l’estensione del Green Pass per l’accesso a bar e ristoranti (per la consumazione al tavolo, al chiuso), ma anche per spettacoli nei cinema e nei teatri, eventi e competizioni sportive, piscine, palestre, sagre, convegni, fiere, parchi tematici e divertimento, sale gioco e concorsi. La posizione del leader di Forza Italia, dunque, è molto più coerente rispetto a quella di Matteo Salvini su tutta la linea. Mentre Giorgia Meloni fa opposizione, per ruolo politico (e non solo). Eppure dicono di essere una coalizione, parlando anche di Federazione e partito unico. Ma le loro anime sono ben distanti, l’una dalle altre.

(foto IPP /Silvia Loré)