Politica

Dal 5 agosto via libera al Green pass per bar e ristoranti, ma solo al chiuso

Tante le novità della cabina di regia in cui si è discusso del green pass: dai prezzi calmierati per i tamponi ai nuovi parametri per il cambio di colore nelle regioni. Ecco cosa (e come) cambierà

green pass, bar e ristoranti stadi e palestre

Dal prossimo 5 agosto in Italia il green pass diverrà necessario.  Chiunque abbia più di 12 anni non potrà accedere a ristoranti al chiuso, locali dove si consuma al tavolo, spettacoli al cinema e a teatro, eventi e competizioni sportive, piscine, palestre, fiere, sagre, convegni, parchi divertimento, sale gioco e concorsi senza aver effettuato almeno una dose di vaccino. Lo ha deciso oggi la cabina di regia del governo. E’ stato il Ministro della Salute Roberto Speranza assieme alla Ministra degli Affari Regionali Maria Stella Gelmini a comunicarlo ai presidenti di Regione.

Tra le novità nella bozza anche la riduzione della quarantena di 14 giorni, in caso di contatto diretto con una persona affetta da Covid. Il consiglio dei ministri che si sta tenendo in queste ore deciderà i nuovi tempi di isolamento.

Niente ristorante senza green pass, ecco tutte le indicazioni. Le novità per regioni e tamponi

Nel corso del confronto di queste ore sono state indicate anche le nuove regole per le regioni. Speranza ha spiegato che per passare in zona gialla le regioni dovranno avere almeno il 10% dei posti occupati in terapia intensiva e 15% area medica. Per andare in arancione 20% terapia intensiva e 30 % area medica. Per la rossa 30% in terapia intensiva e 40% area medica. Sono bastati pochi minuti perché il mondo della politica rendesse noto il suo punto di vista sulla decisione della cabina di regia. “La scelta della Cabina di regia di Palazzo Chigi di renderlo requisito necessario dal 5 agosto per consumare nei ristoranti e bar al chiuso, frequentare palestre, terme e spettacoli, è una scelta di assoluto buon senso che condivido appieno”, ha commentato la senatrice Assuntela Messina, sottosegretario di Stato alla Innovazione tecnologica e transizione digitale. Tra le novità, per agevolare il processo di accesso alle attività commerciali, anche un intervento sui prezzi dei tamponi. Il governo in questi giorni studierà dei parametri per avere dei prezzi calmierati, così da permettere a ragazzini e persone non vaccinate a cause di patologie pregresse di poter effettuare il tampone senza dover spendere grandi cifre.